22.7 C
Carovigno
martedì, Agosto 20, 2019
Home Blog

Brio Service Carovigno, ancora un colpo di mercato: firma Nikita Molodovs

La Brio Service batte un altro colpo, firma il pivot lettone Nikita Molodovs.

Arriva un altro rinforzo per il Carovigno Basket e per la prima volta nella storia della città della Nzegna sarà uno straniero, direttamente da Riga firma il pivot lettone Nikita Molodovs, atleta di 206 cm che darà un grosso contributo sotto le plance e sicuramente farà infiammare tutti i tifosi rossoblù a suon di schiacciate.

Dopo aver allestito un roster già competitivo, il patron Giuseppe Greco  ha voluto regalare a coach Gianpaolo Amatori un altro elemento che potesse innalzare il livello tecnico della rosa. Dopo attente valutazioni il DS Luigi Greco ha deciso di sondare il mercato degli stranieri e grazie all’intermediazione dell’agenzia Pro Sport dell’amico Mino Salamino si è concluso l’accordo con Nikita.

Nikita Molodovs, classe 1993, non è alla prima esperienza in Italia, l’atleta lettone infatti ha gia vestito le casacche di Termoli in C silver e di Castanea in D facendo registrare una media di 10 punti e altrettanti rimbalzi per gara. Nikita è un lungo abbastanza moderno con mani molto educate, il suo punto di forza è sicuramente l’ uno contro uno spalle canestro ma è dotato anche di un buon piazzato dalla media che lo rende pericoloso anche fuori dall’area.

Di seguito vi riportiamo le sue prime parole:

“Ringrazio il Carovigno per avermi dato questa opportunità, sono molto felice di tornare in Italia. Il basket è la mia vita, ho lavorato duramente questa estate per essere ancora più pronto e poter fare una grande ed esaltante stagione, l’accoglienza che ho ricevuto mi fa capire che ho scelto una grande società, forza Carovigno.”

Conclude il DS Luigi Greco:

“Siamo molto contenti e fiduciosi dell’arrivo di Nikita, dopo aver appreso la scelta di Valentini di non continuare con noi e a cui vanno i nostri migliori auguri per la prossima stagione,  avevamo l’obbligo di trovare un lungo che potesse garantirci centimetri e forza sotto canestro. Dopo attente valutazioni con coach Amatori abbiamo deciso di puntare sullo straniero e grazie all’intervento della Pro Sport Agency abbiamo puntato su Nikita che era il profilo che stavamo cercando da accostare al nostro Pierluigi Specchia. Ringrazio il patron Giuseppe Greco per l’ennesimo sforzo che ha fatto e sono sicuro che questa squadra ci darà soddisfazioni in un campionato che appare molto difficile e avvincente.”

Uff. Stampa ASD Carovigno Basket

Simona Molinari in concerto a Carovigno in piazza Nzegna

Nell’ambito degli eventi estivi “E State a Carovigno 2019”, l’amministrazione comunale è lieta di presentare Simona Molinari in Concerto.

Lo spettacolo avrà luogo domani (18 agosto 2019) alle 21.30 in Piazza ‘Nzegna a Carovigno. Ingresso libero. Simona Molinari racconterà la sua evoluzione di donna e artista nei confronti di questo amore che da sempre considera il motore della sua anima. L’amore per la musica naturalmente, ma anche per la vita e per il pubblico. Ad accompagnarla sul palco, in questa occasione, Claudio Filippini al piano, Fabio Colella alla batteria, Fabrizio Pierleoni al contrabbasso e Gian Piero Lo Piccolo al clarinetto.

Cantautrice e musicista jazz tra le più apprezzate del panorama musicale italiano, SIMONA MOLINARI  ha collaborato e duettato con artisti di fama mondiale tra i quali citiamo Al Jarreau, Gilberto Gil, Peter Cincotti, Andrea Bocelli, Ornella Vanoni, Lelio Luttazzi, Renzo Arbore, Massimo Ranieri, Fabrizio Bosso, Franco Cerri, Stefano Di Battista, Dado Moroni, Roberto Gatto, Roy Paci e Danny Diaz.

Ha partecipato al Festival di Sanremo nel 2009 con il brano Egocentrica e nel 2013 in coppia con il jazzista newyorkese Peter Cincotti con il brano La Felicità che ha raggiunto il Disco d’Oro.

L’artista è stata inoltre coinvolta nella colonna sonora del Film “Tiramisù” di Fabio De Luigi ed è stata impegnata in una lunga tournée che ha superato 100 concerti in Italia e nel mondo: dal Blue Note di New York  al Teatro Estrada di Mosca, dall’Arena di Umbria Jazz  al Premio Tenco solo per citarne alcuni.

“MALDAMORE” è il primo singolo estratto del nuovo lavoro discografico di SIMONA MOLINARI, confermando così il suo talento unico.

Carovigno festeggia oggi la Madonna dell’Uragano

La città di Carovigno festeggia la Madonna dell’Uragano con un ricco programma civile e religioso.

Una delle principali feste dedicate alla Madonna dell’Uragano, è svolta a Carovigno (BR). La storia narra, che il 17 agosto del 1841, una tempesta si alza a 2 km a sud-ovest del paese, e si dirigeva proprio verso il centro di Carovigno. I carovignesi, da sempre fedeli nella loro patrona Maria Santissima di Belvedere, corsero nella Chiesa Matrice e prelevarono la statua (insieme ad altre statue di Santi).

In processione, uscirono da Porta Brindisi, proseguirono per mezza strada la “Nchianata di lu succursu” e si fermarono in una “Chiusa”, tra gli alberi secolari d’ulivo, dove, su una “Chianca” (roccia) appoggiarono la Madonna di Belvedere. I carovignesi, iniziarono a pregare fino a quando l’Uragano, dopo aver distrutto intere campagne, deviò la rotte e si diresse nei pressi di Serranova fino a sfociare nel mare, risparmiando Carovigno.

In seguito i Carovignesi rientrarono in paese e si decise di svolgere i festeggiamenti in onore della Madonna di Belvedere, denominata da quel giorno dell’Uragano. Dopo circa 2 secoli dall’accaduto e nonostante l’urbanizzazione del paese, la “Chianca” dove venne appoggiata la Madonna, è ancora visibile in Via Giosuè Carducci.

A Carovigno, in festeggiamenti non si sono mai interrotti nel corso degli anni. I primi festeggiamenti iniziano la prima domenica di agosto, con l’esposizione dei patroni santi Filippo e Giacomo. Il vero e proprio giorno festivo è il 17 agosto (giorno dell’Uragano). La mattina, viene svolta la tradizionale “fiera dell’Uragano”, un mercato che si svolge presso rione Conella, a nord di Carovigno.

La sera, dopo la Santa Messa nella Chiesa Madre, vengono portati in processione la Madonna di Belvedere e vari Santi, tra cui gli “immancabili” patroni Santi Giacomo e Filippo. Una fondamentale tappa della processione (dimenticata per una decina di anni e ripresa nel 2015) è la “Chianca di La Madonna di Belvideri” (così soprannominata dai carovignesi), dove si rivive quel giorno attraverso la preghiera.

Ecco il programma

 

Servizio straordinario di controllo del territorio per la prevenzione dei reati predatori

Deferite 4 persone in stato di libertà per vari reati, 2 soggetti segnalati quali assuntori di stupefacenti. Sono state effettuate 8 perquisizioni tra personali e domiciliari, 25 le auto controllate con 42 persone identificate di cui 10 di particolare interesse operativo, 6 i soggetti monitorati sottoposti a misure cautelari e di prevenzione.

I Carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni e della Stazione di Carovigno hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio del comune di Carovigno con l’esecuzione di posti di controllo e perquisizioni. L’attività è stata finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati anche nelle zone rivierasche meta in questo periodo di turisti.

è stato deferito in stato di libertà:

– per detenzione al fine di spaccio di stupefacente un giovane 20enne di Carovigno, poiché nel corso di perquisizione personale e domiciliare appoggiati su una mensola della stanza da letto è stato trovato in possesso di 5 grammi sostanza stupefacente tipo marijuana e di un bilancino di precisione nonchè materiale per il confezionamento delle dosi,il tutto posto sotto sequestro.

– per guida in stato di ebbrezza alcolica un 23enne operaio di Carovigno, poiché sorpreso alla guida dell’autovettura Fiat Punto di proprietà della madre convivente, con tasso alcolemico pari a 1,33 gr/l. La patente di guida è stata ritirata, sanzionato e il veicolo affidato al legittimo proprietario;

– per rifiuto di sottoporsi ad accertamento alcolico un 28enne residente in Ostuni, poiché sorpreso alla guida dell’autovettura Mercedes Smart di proprietà del fratello, la patente di guida è stata ritirata e il veicolo affidato al legittimo proprietario;

– per violazione alle prescrizioni della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno un 25enne residente a Carovigno operaio, in atto sottoposto alla sorveglianza speciale, poiché sorpreso in quella via Santissimo Crocifisso in compagnia di altra persona che ha a carico condanne penali.

Segnalati alla Prefettura di Brindisi per detenzione di stupefacente per uso personale ai sensi dell’Art. 75 D.P.R. 309/90:

– in 23enne residente a Carovigno poiché corso perquisizione personale è stato trovato in possesso di una sigaretta artigianale contenente sostanza stupefacente tipo hashish, posta sotto sequestro;

– un 49enne residente a Latiano, operaio, poiché nel corso perquisizione personale e veicolare, occultata interno tasca pantaloni, è stato trovato in possesso di 5,18 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish, posta sotto sequestro.

Nel corso dell’attività è stato controllato un locale pubblico, sul conto del quale sono in corso approfondimenti di natura amministrativa.

Quinta riconferma in casa Brio Service Carovigno, rinnova Marco Dipietrangelo.

Il Carovigno Basket è lieto di ufficializzare la riconferma dell’ala mesagnese Marco Dipietrangelo.

Marco, classe 1993, è stato un giocatore determinante in questa stagione, grande rimbalzista, ottimo difensore ha chiuso la stagione regolare con 11 punti e oltre 12 rimbalzi di media a partita.

L’ala mesagnese sarà una pedina fondamentale nello scacchiere di coach Gianpaolo Amatori che lo ha cresciuto nelle file della Mens Sana Mesagne per poi ritrovarlo a Carovigno.

Di seguito riportiamo le sue prime parole:
“Sono molto contento di essere rimasto a Carovigno, qui mi sento a casa, il Carovigno Basket non è una società ma una famiglia, famiglia con grandi ambizioni e con grandi progetti, spero di contribuire anche quest’anno per una grande stagione sportiva, lo merita la società, lo meritano i tantissimi tifosi che l’anno scorso ci hanno seguito ovunque.

Ringrazio il patron Giuseppe Greco e tutta la dirigenza per la fiducia che mi hanno dato, la ripagherò sudando ogni giorno in palestra per poter dare il massimo in questo avvincente campionato di serie D, forza Carovigno”.

Uff. Stampa ASD Carovigno Basket

Furto di energia elettrica denunciato dai Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Carovigno hanno deferito in stato di libertà a conclusione degli accertamenti, un 34enne originario di Ostuni, per il reato di furto di energia elettrica.

I militari a seguito di perquisizione domiciliare effettuata nell’abitazione di proprietà di un congiunto ultraottantenne, ma di fatto  nella piena disponibilità da tempo del 34enne, hanno riscontrato l’allaccio abusivo alla rete ENEL.

Dal controllo del contatore installato nell’abitazione, è emerso che lo stesso non era attivo, nonostante la luce del lampadario fosse accesa e gli elettrodomestici funzionanti.

Dalle verifiche effettuate dai tecnici dell’ENEL, che hanno messo in sicurezza l’impianto, è stato quantificato un consumo  non registrato pari a 46.000 KWh per un controvalore di circa 10.000€

A Carovigno si presenta il libro: Verso la secessione dei ricchi?

Sarà presentato alle ore 20.00 nell’atrio del Castello Dentice di Frasso di Carovigno il libro dal titolo Verso la secessione dei ricchi? Autonomie regionali e unità nazionale (Editori Laterza) di Gianfranco Viesti.

L’autore approfondisce le origini del processo di autonomia regionale differenziata, le richieste regionali e le loro possibili implicazioni. Mostra così che non si tratta di una piccola questione amministrativa, che riguarda solo i cittadini di quelle regioni, ma di una grande questione politica, che riguarda tutti gli italiani.

L’appuntamento è organizzato dall’Associazione C-Entra il futuro, in collaborazione con il Circolo ACLI di Carovigno e il patrocinio del Comune. La serata sarà introdotta dai saluti del sindaco del Comune di Carovigno, dott. Massimo Lanzilotti e dell’avv. Antonella Tateo, vicesindaco con delega alla Cultura del Comune di Carovigno. A discutere con l’autore saranno il Consigliere regionale Fabiano Amati e il Segretario generale provinciale Brindisi CGIL, dott. Antonio Macchia; presiede e coordina l’avv. Marzia Bagnulo, presidente della Commissione Cultura del Comune di Carovigno. L’incontro è aperto alla cittadinanza.

Tutto pronto per l’avvio dei Mercati della Terra e del Mare di Torre Guaceto

Da oggi e per 3 giorni, a partire dalle 19.30 e fino alle 24, il giardino del centro visite della Riserva, Al Gawsit, presso la borgata di Serranova, ospiterà i produttori virtuosi del territorio e la cucina di strada, oltre 30 stand con il meglio dell’offerta produttiva e culinaria pugliese.

Dalle 19.30 alle 21.30, ancora ogni sera, invece, avranno luogo le attività didattiche dedicate ai bambini a cura degli operatori della cooperativa Thalassia.

Domani, 9 agosto, alle 21 si celebrerà l’inaugurazione della kermesse alla presenza del presidente del Consorzio di Torre Guaceto, Corrado Tarantino, e dei rappresentanti degli enti territoriali. Alle 21.30 inizierà la festa vera e propria festa con lo spettacolo de “I Taricata” presso il giardino botanico. Pizzica di terra e d’acqua dolce, tipica di Torre Guaceto, un viaggio coinvolgente nei canti e nelle danze popolari dell’Alto Salento e del Mediterraneo. Le sinfonie dell’antica e nuova tradizione faranno da colonna sonora agli incontri e alle degustazioni dei Mercati.

Sabato 10, alle 21.30, arriverà il momento dell’approfondimento sul rapporto che lega il cibo all’ambiente e sulla necessità di mangiare con consapevolezza. Presso l’anfiteatro del centro visite Al Gawsit, si discuterà di quanto le scelte alimentari quotidiane abbiano un pesante impatto sugli ecosistemi e siano strettamente collegate ai cambiamenti climatici.

Interverranno: Giovanni Coppini, direttore della divisione OPA (Ocean Predictions and Applications) Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici;

Francesco Sottile, membro del Comitato esecutivo nazionale di Slow Food Italia;

Mbaye Diongue, sindacalista ed attivista per i diritti dei lavoratori agricoli.

Domenica 11, ancora alla 21.30, invece, si aprirà il laboratorio del gusto: “I grani antichi, gli oli identitari e i formaggi naturali”. Nell’era della globalizzazione e dello sfruttamento ormai non più tollerabile dell’ambiente, si avverte forte la necessità di tornare all’agricoltura amica della natura, biodiversificata e socialmente giusta del passato. Durante la degustazione dei prodotti “Buoni, Puliti e Giusti”, presso l’anfiteatro del centro visite Al Gawsit, Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità onlus, e Francesco Sottile di Slow Food Italia narreranno l’unicità dei prodotti offerti e la rispettiva attività di ricerca culminata nelle opere “Formaggi naturali – Viaggio alla scoperta dei migliori d’Italia” ed “Agricoltura Slow”.

La partecipazione al laboratorio del gusto è gratuita, perché l’intento del Consorzio di Torre Guaceto e di Slow Food è quello di coinvolgere il maggior numero di utenti possibile nel necessario cambiamento delle abitudini alimentari diffuse attraverso la didattica del cibo. Per prenotare chiamare al 347/8408860.

E’ tutto pronto per l’avvio dei Mercati della Terra e del Mare di Torre Guaceto.

Da domani e per 3 giorni, a partire dalle 19.30 e fino alle 24, il giardino del centro visite della Riserva, Al Gawsit, presso la borgata di Serranova, ospiterà i produttori virtuosi del territorio e la cucina di strada, oltre 30 stand con il meglio dell’offerta produttiva e culinaria pugliese. Dalle 19.30 alle 21.30, ancora ogni sera, invece, avranno luogo le attività didattiche dedicate ai bambini a cura degli operatori della cooperativa Thalassia.

Domani, 9 agosto, alle 21 si celebrerà l’inaugurazione della kermesse alla presenza del presidente del Consorzio di Torre Guaceto, Corrado Tarantino, e dei rappresentanti degli enti territoriali. Alle 21.30 inizierà la festa vera e propria festa con lo spettacolo de “I Taricata” presso il giardino botanico. Pizzica di terra e d’acqua dolce, tipica di Torre Guaceto, un viaggio coinvolgente nei canti e nelle danze popolari dell’Alto Salento e del Mediterraneo. Le sinfonie dell’antica e nuova tradizione faranno da colonna sonora agli incontri e alle degustazioni dei Mercati.

Sabato 10, alle 21.30, arriverà il momento dell’approfondimento sul rapporto che lega il cibo all’ambiente e sulla necessità di mangiare con consapevolezza. Presso l’anfiteatro del centro visite Al Gawsit, si discuterà di quanto le scelte alimentari quotidiane abbiano un pesante impatto sugli ecosistemi e siano strettamente collegate ai cambiamenti climatici.
Interverranno: Giovanni Coppini, direttore della divisione OPA (Ocean Predictions and Applications) Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici; Francesco Sottile, membro del Comitato esecutivo nazionale di Slow Food Italia;Mbaye Diongue, sindacalista ed attivista per i diritti dei lavoratori agricoli.

Domenica 11, ancora alla 21.30, invece, si aprirà il laboratorio del gusto: “I grani antichi, gli oli identitari e i formaggi naturali”. Nell’era della globalizzazione e dello sfruttamento ormai non più tollerabile dell’ambiente, si avverte forte la necessità di tornare all’agricoltura amica della natura, biodiversificata e socialmente giusta del passato. Durante la degustazione dei prodotti “Buoni, Puliti e Giusti”, presso l’anfiteatro del centro visite Al Gawsit, Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità onlus, e Francesco Sottile di Slow Food Italia narreranno l’unicità dei prodotti offerti e la rispettiva attività di ricerca culminata nelle opere “Formaggi naturali – Viaggio alla scoperta dei migliori d’Italia” ed “Agricoltura Slow”.

La partecipazione al laboratorio del gusto è gratuita, perché l’intento del Consorzio di Torre Guaceto e di Slow Food è quello di coinvolgere il maggior numero di utenti possibile nel necessario cambiamento delle abitudini alimentari diffuse attraverso la didattica del cibo. Per prenotare chiamare al 347/8408860.

Guarda il video https://youtu.be/EzbdNHNB5R4

La Farinella di Putignano ai Mercati della terra e del mare di Torre Guaceto

Dal 9 all’11 agosto alla Riserva di Torre Guaceto, presso il Centro Visite GAWSIT di Serranova, la Comunità del cibo di Terra Madre per la Farinella di Putignano presenterà l’amato sfarinato di ceci e orzo tostati durante la VII^ edizione de i Mercati della terra e del mare di Torre Guaceto.

Obiettivo dei Mercati della Terra e del Mare di Torre Guaceto del 2019 è promuovere la tutela del paesaggio agrario e marino della Regione Puglia attraverso un cambiamento delle abitudini alimentari delle persone verso prodotti coltivati con metodi sostenibili e allevamenti che pongano massima attenzione al benessere animale, pratiche che comportano la valorizzazione del nostro paesaggio agrario che diventa volano di un turismo enogastronomico attento a queste tematiche.

In quest’ottica la Comunità del cibo e Slow Food Alberobello stanno lavorando alla promozione della biodiversità del territorio della condotta ed in particolare alla ricerca sulle materie prime della Farinella di Putignano.

Il primo grande risultato in tal senso è aver lavorato alla semina e alla raccolta dell’orzograno, un frumento antico quasi del tutto scomparso, che verrà impiegato per il recupero dell’antica ricetta della Farinella da parte della Comunità. Il recupero dell’orzograno è stato possibile grazie ad un piccolo quantitativo di prodotto seminato su una superficie agricola in località Chiancarosa nell’agro di Putignano nel novembre 2017. Nel giugno 2018 si è proceduto alla raccolta manuale con l’impiego di falci e rastrelli e con la tecnica dei covoni di grano lasciati in campo per 24 ore prima del trasporto presso l’azienda agricola della rete ESSENZEDIPUGLIA di Vincenzo Netti dove si è avvenuta la trebbiatura e la setacciatura. A dicembre dello stesso anno si è seminato il primo raccolto e nella prima settimana di luglio 2019 è stato trebbiato il primo raccolto di prodotto che sarà impiegato per la sperimentazione della prima Farinella con orzograno grazie alla collaborazione con Paolo Campanella.

Slow Food Alberobello è la condotta del sud-est Barese che ingloba i comuni di Alberobello, Locorotondo, Putignano e Turi, presieduta da Domenico Pugliese, che ha intrapreso il percorso di valorizzazione di uno dei prodotti più caratteristici della Puglia: la Farinella di Putignano. In quanto prodotto antichissimo con secoli di storia, già inserito nell’Arca del Gusto tra le tipicità a rischio estinzione, Slow Food Alberobello ha favorito la nascita della “Comunità della Farinella di Putignano”, unione spontanea di agricoltori, mugnai, cuochi, studiosi, storici e appassionati, guidata da Domenico Bianco, impegnati a sostenere il progetto di recupero e valorizzazione della Farinella di Putignano, ispirandosi ai principi dell’associazione internazionale di Slow Food e della rete di Terra Madre.

Info
Domenico Bianco – 339 27 80 417 | farinelladiputignano@gmail.com

Popolari Oggi

Brio Service Carovigno, ancora un colpo di mercato: firma Nikita Molodovs

La Brio Service batte un altro colpo, firma il pivot lettone Nikita Molodovs. Arriva un altro rinforzo per il Carovigno Basket e per la prima...

Simona Molinari in concerto a Carovigno in piazza Nzegna

Nell'ambito degli eventi estivi "E State a Carovigno 2019", l'amministrazione comunale è lieta di presentare Simona Molinari in Concerto. Lo spettacolo avrà luogo domani (18...

Carovigno festeggia oggi la Madonna dell’Uragano

La città di Carovigno festeggia la Madonna dell'Uragano con un ricco programma civile e religioso. Una delle principali feste dedicate alla Madonna dell'Uragano, è svolta...

Servizio straordinario di controllo del territorio per la prevenzione dei reati predatori

Deferite 4 persone in stato di libertà per vari reati, 2 soggetti segnalati quali assuntori di stupefacenti. Sono state effettuate 8 perquisizioni tra personali...

Bucate le gomme alla macchina dei Vigili Urbani

Bucate le gomme all'auto dei vigili che multavano gli automobilisti indisciplinati. E' accaduto nel pomeriggio di domenica 21 luglio in località Carisciola a Torre Santa...