10.5 C
Carovigno
venerdì, Aprile 19, 2019
Home Blog

La Brio Service Carovigno domina Bitonto e fa 2 su 2 nella Poule Promozione per la serie D

La Brio Service si dimostra in grandissima forma e chiude prima della sosta Pasquale con due sontuose vittorie dimostrando un ottimo gioco offensivo, nonostante l’assenza importante del play Ivano De Leonardis.

Iniziamo il nostro articolo post gara facendo un grosso in bocca a lupo all’atleta dello Sporting Club Bitonto, Gennaro De Feo, per il colpo fortuito ricevuto nel quarto periodo di gioco che lo ha visto abbandonare anzitempo il parquet. Forza Gennaro!

Tornando al basket giocato, la Brio Service Carovigno ospitava tra le mura amiche la forte e corazzata Bitonto, squadra che vanta nel proprio roster nomi importanti come Leoncavallo (uno dei migliori marcatori del campionato), De Feo e Pastoressa su tutti, squadra di assoluto livello per la categoria. Si preannunciava una bella partita e così è stata. Sin da subito il Carovigno prova a scappare via grazie soprattutto ad una difesa asfissiante sotto le plance che manda letteralmente in tilt il Bitonto, Monna e Dipietragelo segnano e fanno volare la squadra di casa che piazza il primo parziale e mette subito in chiaro le cose. A fine primo quarto il punteggio è di 15 a 7 per i rossoblù.

Nel secondo quarto la musica non cambia, è sempre il Carovigno a governare la gara ma Bitonto appare assolutamente più in palla e aumenta notevolmente l’intensità difensiva. Per la prima volta la squadra di coach Amatori fatica in attacco e non riesce ad allungare il gap, ma con la solita tenacia Valentini e Dipietrangelo annullano le offensive di Leoncavallo e De Feo dando vita ad uno spettacolo nel pitturato che appassiona il numeroso pubblico presente. A fine secondo quarto la tripla del nostro Tamborrino fissa il punteggio sul 24 a 15, punteggio molto basso che dimostra l’aggressività delle due difese che dominano sugli attacchi.

Dopo l’intervallo il Carovigno torna in campo in maniera convinta e prepotente e riallunga su Bitonto che subisce canestri importanti dai soliti Bove, Monna e Dipietrangelo, a tenere a galla lo Sporting Club ci pensa uno dei suoi elementi più rappresentativi, Gennaro De Feo con 4 punti consecutivi. Nonostante un timido tentativo degli ospiti, il Carovigno continua a martellare con uno splendido Felice Tamborrino che trova 5 punti di fila e con un tiro libero di Bove si fissa il punteggio sul 42 a 25 e massimo vantaggio per la squadra del patron Giuseppe Greco.

L’ultimo quarto la squadra di coach Gianpaolo Amatori non si fa sorprendere dalla zona ordinata da coach De Bartolo e allunga nuovamente non permettendo mai a Bitonto di rientrare, la difesa dei rossoblù è praticamente perfetta concedendo pochissimo agli ospiti che trovano in Lo Vecchio Musti l’unico in grado di impensierire i padroni di casa che vincono una delle più belle battaglie della stagione. La gara termina 60 a 39 per i rossoblù.

La Brio Service si dimostra in grandissima forma e chiude prima della sosta Pasquale con due sontuose vittorie dimostrando un ottimo gioco offensivo, nonostante l’assenza importante del play Ivano De Leonardis, e soprattutto una difesa da grande squadra che ha concesso solo 39 punti ad una delle formazioni più attrezzate della categoria.

Un plauso lo vogliamo fare al meraviglioso pubblico presente che ha animato e gioito per tutta la gara, ed ai bambini del centro minibasket che all’intervallo si sono esibiti in una bella partitella divertendo tutti i presenti.

Si continua a sognare, forza Carovigno!

Tabellini: Zito, Di Napoli, Agresta , Travaglini 3, Tamborrino 8, Specchia, Monna 15, Dipietrangelo 15, Valentini 5, Bove 14.

Uff. Stampa ASD Carovigno Basket

Lottizzazione abusiva sul ciglio di una “lama”: denuncia e sequestro

La magistratura ha emesso un decreto di sequestro per un cantiere edile nella marina carovignese di Torre Santa Sabina

All’esito delle indagini dei carabinieri forestali di Ostuni, la magistratura ha emesso un decreto di sequestro per un cantiere edile nella marina carovignese di Torre Santa Sabina, in cui era in costruzione un complesso turistico-residenziale per venti unità abitative. Denunciato il proprietario costruttore per dichiarazioni false per ottenere l’ autorizzazione paesaggistica.
Da quanto accertato dai forestali “il complesso edilizio va ad interessare in parte la fascia di rispetto di una “lama” torrentizia che lo lambisce, ad una distanza inferiore ai 60 metri, e quindi sottoposta a vincolo paesaggistico secondo il Piano Regionale”.

Al proprietario e costruttore, P.T. 74enne di Carovigno, è stato contestato il titolo edificatorio illegittimo, e quindi la lottizzazione abusiva “in combinato disposto con l’ art. 181 comma 1-bis del Decreto legislativo 42/2004 (“Codice dei beni culturali e del paesaggio”)”.
“Proprio la questione dell’intersezione del perimetro all’interno dell’area tutelata, un avvallamento carsico con zona umida e vegetazione mediterranea, a poche decine di metri dalla spiaggia, ha fatto scattare la contestazione del reato, comprendendovi anche una questione di falsità nell’attestare esservi una distanza superiore, al fine di ottenere l’autorizzazione paesaggistica, requisito imprescindibile per rendere efficace il permesso di costruire rilasciato dal Comune di Carovigno”.

A Carovigno il progetto “Io, Te… NOI” proposto dalla Vir Labor

Al via il progetto di Interventi Assistiti con Animali finanziato dal Comune di Carovigno e rivolto agli alunni delle scuole primaria delle classi prima e seconda dell’Istituto Comprensivo di Carovigno.

Il progetto “Io, Te… NOI” proposto dalla Vir Labor, è stato fermamente voluto dall’Amministrazione Comunale ed ha visto coinvolti in prima linea: Il Sindaco Massimo Lanzillotti, Francesco Leoci Presidente del Consiglio Comunale,Loredana Epifani Assessore al Bilancio, Luigi OrlandiniAssessore ai servizi Sociali e Antonella La Camera Assessore uscente alla Pubblica Istruzione.

L’Amministrazione Comunale di Carovigno, in questo modo, ha inteso dimostrare con i fatti la propria volontà di sensibilizzare gli alunni alle problematiche quali il randagismo, l’abbandono e la violenza sugli animali partendo proprio dalle scuole in cui si forma la coscienza sociale dei futuri cittadini. L’obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare i bambini sul corretto rapporto uomo-animale e all’accettazione della diversità in ambito sociale partendo in primis dal rispetto per qualunque forma di vita.

L’intento, chiaramente, è quello di favorire una corretta relazione, intesa in tutto il contesto familiare e sociale dove l’integrazione del cane ed il rispetto dei suoi fabbisogni sia il risultato scaturito dalla partecipazione coscienziosa e consapevole di tutti i componenti della famiglia a partire dai ragazzi. Il Progetto si avvale dei cani ai quali è riconosciuta la capacità di essere degli ottimi fluidificatori di rapporti sociali, dando così l’opportunità, in collaborazione con il Corpo Docente Scolastico, di creare parallelismi tra il rapporto zooantropologico ed il rapporto sociale tra gli stessi alunni quali futuri componenti della società.  

Appare chiaro che il problema della corretta relazione zooantropologica oltre che culturale è anche legata a falsi stereotipi relazionali e a pregiudizi, ossia, per la limitata conoscenza dei principi e delle regole sulla corretta relazione uomo animale, si incorre in comportamenti che incidono in maniera decisiva sul fenomeno randagismo e atti di violenza sugli animali.

Queste problematiche, prima ancora che contrastate e represse vanno eliminate attraverso l’educazione culturale, fortemente convinti di tale assunto, il Sindaco e la Giuntache hanno fortemente voluto l’avvio dell’iniziativa che in questi giorni ha finalmente trovato attuazione.

“Io, Te…NOI” è un progetto ideato e coordinato dal Centrodi Educazione e formazione cinofila Vir Labor di Carovigno, una realtà carovignese che si è più volte distinta in tali iniziative, tra i progetti fiore all’occhiello di rilevanza nazionale di questa Società vi è il Progetto di interventi assistiti con animali denominato “PET CARE”attuato in collaborazione con l’associazione APLETI presso l’UOC di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico di Bari ottenendo anche il ringraziamento pubblico del Governatore della Regione Puglia.

L’equipe è formata da Teodoro Semeraro responsabile della Vir Labor e dell’Equipe, Dott. Carlo Ciceroni Medico Veterinario Esperto in IAA, Dott.ssa Francesca R. Martello medico veterinario, Creti Alessandra, Cretì isabella e Cellamare Barbara Operatori di IAA; l’Equipespecificatamente formata secondo la normativa sugli IAA lavorerà in sinergia al fine di istruire gli alunni al rispettodelle corrette dinamiche relazionali sociali.

Il Progetto si sviluppa in 10 incontri per ciascuna classe e si terranno in aula e nelle aree comuni quali la palestra o spazi aperti scolastici, affrontando le diverse tematiche in chiave ludico ricreativa articolandosi in lezioni frontali, laboratori, ore di pratica e cinotecnica.

Norme per la tutela di Torre Guaceto: vietati l’accesso di notte e gli impianti sonori impattanti

Il Ministero dell’Ambiente ha approvato il nuovo disciplinare redatto dal Consorzio di Gestione della Riserva Naturale dello Stato e Area Marina Protetta di Torre Guaceto.

Sono due le innovazioni di rilievo introdotte e riguardano entrambe il demanio marittimo.
Da oggi, è fatto divieto di accesso alle spiagge della Riserva dal tramonto all’alba, oltreché la balneazione.

Coloro i quali utilizzano impianti di diffusione acustica nelle vicinanze di Torre Guaceto dovranno fare attenzione a non produrre emissioni sonore impattanti. Il rumore percepito all’interno del demanio marittimo protetto non dovrà superare i 50 Leq. Ciò per evitare che le attività svolte oltre il perimetro della Riserva abbiano un impatto negativo sulla stessa.

La norma punta ad una sempre maggiore tutela della fauna selvatica, che può essere ottenuta solo attraverso la fruizione diurna sostenibile e la limitazione massima di quella notturna.

Dal tramonto all’alba, infatti, sono innumerevoli gli animali selvatici che raggiungono Torre Guaceto per riposare o nidificare.
Edotte delle nuove disposizioni, le forze dell’Ordine territoriali contrasteranno l’eventuale verificarsi di violazioni. Chi non rispetterà le regole imposte per la fruizione della Riserva, incorrerà in sanzioni amministrative.

30enne operaio a seguito di sinistro riscontrato positivo con tasso alcolemico pari a 1G/L

In Carovigno, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni sono intervenuti, nel corso della notte, in via Foggia a seguito di un sinistro stradale tra due autovetture.

Nel corso dell’evento, il 28enne conduttore di una Fiat Punto, nel mentre stava percorrendo via Foggia, è andato a collidere contro altra autovettura Fiat Punto che a seguito dell’impatto è carambolata contro un palo della pubblica illuminazione e successivamente contro la saracinesca di una concessionaria di autovetture.

Entrambi i conducenti dei veicoli sono stati condotti presso l’ospedale “Perrino” di Brindisi, il 30enne è risultato positivo per quanto riguarda l’assunzione di sostanze alcoliche riscontrato con un tasso alcolemico pari a 1G/L. La patente è stata ritirata.

Per quanto riguarda invece la guida in stato di ebbrezza è l’art.186 del codice della strada: che punisce le condotte di chi guida in stato di ebbrezza alcolica. Le sanzioni, previste variano a seconda del tasso alcolemico riscontrato, vi sono infatti tre soglie: la prima per valori superiori a 0,5g/l e non superiori a 0,8g/l (grammi/litro) contempla una sanzione di natura amministrativa pecuniaria con la depenalizzazione dell’illecito; la seconda con un tasso alcolemico superiore a 0,8g/l e non superiore a 1,5g/l integra una contravvenzione punita con le pene congiunte dell’ammenda e dell’arresto; la terza con un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l è punita con sanzioni congiunte dell’arresto e dell’ammenda comminate in misura maggiore rispetto alla seconda soglia.

Alle sanzioni più afflittive previste dalla terza soglia si aggiunge la confisca obbligatoria del veicolo –salvo che non appartenga a terzi- e la revoca della patente di guida.

Furto in abitazione, denunciato un giovane 32 enne carovignese

Carovigno: denunciato in stato di libertà un 32 enne del luogo per furto in abitazione e segnalato per uso personale di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni al termine di attività di indagine per un furto in abitazione estiva, hanno deferito in stato di libertà un 32 enne del luogo. Nello specifico, i militari operanti hanno eseguito un sopralluogo di furto presso un’abitazione disabitata estiva, ubicata in Loc. Carisciola – Marina di Carovigno, dove hanno repertato alcune tracce biologiche sulla porta d’ingresso infranta durante il compimento dell’atto delittuoso e rinvenuto dei documenti personali, che sbadatamente il responsabile ha smarrito proprio sul luogo dell’evento.

Proprio in virtù di questa circostanza, gli approfondimenti investigativi, uniti ai rilievi tecnici effettuati sulla scena del crimine, hanno permesso l’individuazione del ladro. Gli immediati accertamenti, svolti presso l’abitazione dello stesso, hanno consentito di attestare senza alcun dubbio la paternità del gesto proprio in capo allo stesso che, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, è stato peraltro trovato in possesso di circa 1 grammo di sostanza stupefacente del tipo Cocaina, ben occultata in una intercapedine e posta sotto sequestro.

Trovati con rotoli di cavi di rame rubati da scalo ferroviario: arrestati

Due brindisini di 60 e 28 anni, sono stati arrestati per furto aggravato di rame rubati dallo scalo ferroviario di Carovigno.

Due brindisini, G.D.G 60 anni e F.B., 28 anni, sono stati arrestati dai carabinieri della Sezione radiomobile della compagnia di Brindisi per furto aggravato commesso con violenza sulle cose. Sono stati trovati con 128 kg di cavi di rame rubati dallo scalo ferroviario di Carovigno.

I due sono stati intercettati mentre facevano ritorno a Brindisi a bordo di un’auto, ai militari non è sfuggito un anomalo ribassamento della carrozzeria nella parte posteriore. Dalla perquisizione è emerso che nel vano portabagagli, c’erano rotoli di cavi elettrici in rame, di cui una parte con la guaina di colore nero e la restante sguainata. Chiesta contezza sul possesso non hanno fornito valide giustificazioni al riguardo.

Il materiale è dello stesso tipo di quello utilizzato per la rete ferroviaria: gli immediati accertamenti hanno stabilito che erano stati presi dallo scalo ferroviario di Carovigno dove sono in corso i lavori di sostituzione dei cavi elettrici e che recentemente si è registrato un ulteriore furto di circa 3mila metri lineari di filo di cavi di rame.

Il materiale è stato inequivocabilmente riconosciuto da un delegato dell’azienda che sta effettuando i lavori nello scalo, al quale è stato restituito dopo aver formalizzato la relativa denuncia. Anche l’autovettura, che non è provento di furto, è stata restituita alla legittima proprietaria.

Entrambi gli indagati hanno alle spalle precedenti penali per reati predatori specifici, furto di cavi di rame e di binari ferroviari. Dopo l’espletamento delle formalità di rito, sono stati rinchiusi nella Casa Circondariale di Brindisi, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Giornata di Studi sul tema: “Il Gioco della Bandiera, Fede, Arte, Cultura e Tradizioni”

Con lo spirito di promuovere e far conoscere questa nostra particolare tradizione e quante hanno “la Bandiera” come punto in comune si terrà una giornata di Studi sul tema: “Il Gioco della Bandiera, Fede, Arte, Cultura e Tradizioni” si terrà a Carovigno questa sera 12 aprile 2019 alle ore 20.00 presso il Teatro Italia di Carovigno.

La tradizione del maneggio della bandiera di Carovigno che è legata allo scoprimento della Effige della Madonna del Belvedere nella Grotta è stato l’accadimento storico che caratterizza la nascita e la peculiarità degli sbandieratori di Carovigno.

Questo evento conferisce a Carovigno un primato storico: quello del gioco della bandiera più antico in Italia (1050 – 1100 D.C.) ed unico che si lega al culto ed alla devozione a Maria S.S.ma di Belvedere.

In Italia diversi accadimenti storici hanno dato origine al maneggio della bandiera, la giornata di studi a Carovigno sarà un momento culturale per discutere delle diverse sfaccettature che caratterizzano il rinvenimento di sacre immagini e delle nostre tradizioni popolari.

Ad aprire la serata il saluto del sindaco, Dott. Massimo Lanzilotti, l’assessore al ramo Dottoressa Antonella Tateo ed i tre gruppi sbandieratori di Carovigno.

Di seguito si darà la parola ai diversi relatori che sono: ANTONELLA PALUMBO, Presidente della Federazione Italiana Sbandieratori che ci parlerà della federazione Italiana Sbandieratori ed i gruppi Sbandieratori. Delle peculiarità dei gruppi sbandieratori, gare oppure movenze ed usi derivati dalla tradizione.

PEPPINO PALASCIANO, cultore di tradizioni popolari ed operatore culturale, ci parlerà delle Iconografia Mariane e loro rinvenimento nelle tradizioni popolari Pugliesi.

GRAZIANO CENNAMO, presidente de PugliArmonica che ci parlerà dell’Importanza delle feste religiose nella società pugliese.

PINO LOFINO, presidente della proloco di Carovigno e delle sette proloco della Valle D’Itria ci parlerà del santuario di Belvedere in Carovigno.

TONIA BARILLA, guida turistica ed appassionata di storia locale, ci parlerà dei “signori di Carovigno e la loro devozione al santuario di Belvedere”. Modererà la serata Francesco Carparelli, operatore culturale e presidente Ente Culturale Puglia.

Un evento culturale da non perdere per chi ama il folklore e le tradizioni popolari.

Sospensione emessa dall’ASL, relativa all’attività di deposito di mangimi per animali

Carabinieri N.A.S. – Immediatamente esecutiva l’ordinanza di sospensione emessa dall’ASL, relativa all’attività di deposito di mangimi per animali esercitata abusivamente senza la prescritta autorizzazione.

A Carovigno, i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Taranto, a seguito di ispezione, hanno accertato che un deposito di mangimi per animali era stato attivato senza la prescritta registrazione all’autorità amministrativa.

Inoltre, i locali erano sporchi e privi di efficaci programmi di controllo dei parassiti, le finestre non assicuravano una buona tenuta/chiusura, i soffitti e le pareti erano sporchi e impolverati ed invasi da ragnatele e polvere diffusa.

Nella circostanza, il medico veterinario dell’ASL presente ha emesso contestuale ordinanza di sospensione immediatamente esecutiva dell’attività abusivamente esercitata.

Il valore della struttura ammonta a circa 200.000€.

La Brio Service Carovigno sbanca Taranto e inizia con una grande vittoria nella poule promozione per la serie D.

È stato un bellissimo spettacolo, una grandissima partita quella vista sabato alla palestra Battisti tra Taranto e Carovigno.

Per tutti coloro che credevano in una gara a senso unico possiamo dire che così non è stato, anzi la Domiti Taranto per tre quarti è stata sempre in corsa e addirittura in vantaggio dimostrando una grandissima preparazione e mettendo tanta tantissima voglia per mettere in difficoltà la corazzata ospite.

I primi due quarti sono praticamente identici e molto equilibrati, il Carovigno parte forte con Bove e Valentini, ma Taranto risponde con i canestri di Anglani e De Maglie senza mai lasciar scappare gli ospiti. Fine primo quarto: 19 – 20 a favore del Carovigno.

Nel secondo quarto la musica non cambia, le squadre si studiano e si rispondono costantemente, il pressing di Taranto mette non poche difficoltà ai playmaker di coach Amatori che dopo aver strigliato i suoi inserisce Travaglini per Dipietrangelo. È proprio con le triple di Travaglini che la Brio Service prova l’allungo toccando il +6, ma prontamente i padroni di casa si fanno sotto con le triple di Cavaliere e Venuto. All’intervallo lungo si va al riposo sul punteggio di 40 a 41 per il Carovigno, gara in perfetto equilibrio.

Nel terzo quarto il Taranto inizia meglio e colpisce ripetutamente con i sottili Cavaliere e Anglani creando un break preoccupante per gli ospiti che appaiono distratti in difesa e in totale confusione in attacco. Nonostante il brutto terzo tempo giocato, la Brio Service riesce a rimanere agganciata con le soluzioni nel pitturato trovate da Valentini e Dipietrangelo, poco serviti rispetto ai primi due quarti e vera spina nel fianco per tutta la difesa tarantina che difficilmente li riesce a contenere.

Finale terzo quarto: Taranto 56 – 53 Carovigno.

Il quarto periodo è un capolavoro firmato dai ragazzi di coach Gianpaolo Amatori. Gli ospiti aumentano l’intensità difensiva e si riorganizzano in attacco ritrovando punti importanti da Monna, Bove e Valentini. La nuova difesa produce i suoi effetti e per la prima volta si spezza l’equilibrio che ha regnato per ben 30 minuti di gioco, la Brio Service prende il largo e domina l’intero quarto (uno dei più belli ed emozionanti della stagione) non concedendo ai tarantini nemmeno un canestro, parziale 22 a 0 e risultato finale 56 a 75 per i carovignesi.

Una vera e propria prova di forza dimostrata dal Carovigno che si dimostra squadra cresciuta, che sa lottare, sa soffrire e alla fine sa vincere in modo netto e prepotente anche in campi ostici come quello di Taranto, al quale vanno fatto molti complimenti per come hanno saputo affrontare la gara mettendo in serie difficoltà la corazzata del patron Giuseppe Greco per ben tre quarti di gioco. Un grandissimo contributo è stato dato dai numerosissimi tifosi accorsi da Carovigno che hanno riscaldato la palestra Battisti (poco accogliente e molto inadeguata per una tifoseria simile) e che non hanno mai smesso di incitare e cantare per i propri beniamini.

Dopo questa meravigliosa vittoria, capitan Monna e compagni possono festeggiare poco, e da lunedì bisogna ritornare in palestra per preparare al meglio il big match di sabato 13 aprile contro la forte Bitonto, gara che sarà disputata al pala “F.Prima” di Carovigno, palla a due ore 19:00. Ci auguriamo di trovare un palazzetto gremito e incandescente per cercare di spingere i nostri ragazzi alla secondo vittoria di questi meravigliosi e avvincenti playoff. Forza Carovigno!

Tabellini: Zito n.e., De Leonardis I. 4, Di Napoli, Agresta , Travaglini 14, Tamborrino , Monna 14, Dipietrangelo 12, Valentini 14, Bove 17.
Uff. Stampa ASD Carovigno Basket

Popolari Oggi

Lottizzazione abusiva sul ciglio di una “lama”: denuncia e sequestro

La magistratura ha emesso un decreto di sequestro per un cantiere edile nella marina carovignese di Torre Santa Sabina All’esito delle indagini dei carabinieri forestali...

A Carovigno il progetto “Io, Te… NOI” proposto dalla Vir Labor

Al via il progetto di Interventi Assistiti con Animali finanziato dal Comune di Carovigno e rivolto agli alunni delle scuole primaria delle classi prima e seconda...

La Brio Service Carovigno domina Bitonto e fa 2 su 2 nella Poule Promozione...

La Brio Service si dimostra in grandissima forma e chiude prima della sosta Pasquale con due sontuose vittorie dimostrando un ottimo gioco offensivo, nonostante...

30enne operaio a seguito di sinistro riscontrato positivo con tasso alcolemico pari a 1G/L

In Carovigno, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni sono intervenuti, nel corso della notte, in via...

Furto in abitazione, denunciato un giovane 32 enne carovignese

Carovigno: denunciato in stato di libertà un 32 enne del luogo per furto in abitazione e segnalato per uso personale di sostanze stupefacenti. I Carabinieri...