24.8 C
Carovigno
sabato, Settembre 19, 2020
Home Blog

Referendum 2020: cittadini al voto per la riduzione dei parlamentari

Domenica e lunedì i cittadini voteranno per il Referendum Costituzionale che prevede la riduzione del numero dei parlamentari. Non ci sarà quorum

Domenica 20 (dalle 7 alle 23) e lunedì 21 settembre (dalle 7 alle 15) circa 51.559.898 cittadini italiani saranno chiamati a votare per il Referendum Costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari di Camera e Senato.

Referendum senza quorum
Quello per la riduzione del numero dei parlamentari di Camera e Senato è un referendum referendum1costituzionale confermativo, e come tale non è previsto un quorum, cioè non si richiede che alla votazione partecipi la maggioranza degli aventi diritto al voto e l’esito referendario è comunque valido indipendentemente dalla percentuale di partecipazione degli elettori.

Sulla scheda il quesito, che prevede come risposta solo SI o NO sarà il seguente:
“Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?”

Le ragioni per il Sì
– riduzione dei costi della politica. Secondo l’Osservatorio dei conti pubblici italiani dell’Università Cattolica di Milano, il risparmio effettivo – calcolato al netto delle imposte e dei contributi pagati dai parlamentari allo Stato – sarebbe di 285 milioni a legislatura o 57 milioni annui, pari allo 0,007 per cento della spesa pubblica italiana.
– maggiore efficienza nei lavori parlamentari, con una riduzione dei tempi di discussione e delle polemiche, e con una partecipazione più attiva da parte di ciascun parlamentare.

Le ragioni per il No
– riduzione di rappresentatività del Parlamento. L’aumento dell’efficienza del Parlamento non sarebbe automaticamente legata al minor numero di parlamentari; per questo servirebbe una revisione dei meccanismi di formazione del processo legislativo, aspetto che la riforma non tocca.
– rischio di avere territori sotto-rappresentati soprattutto al Senato, che viene eletto su base regionale
– rischio che nei collegi più piccoli possano ottenere seggi solo i partiti più grandi, con tutti gli altri a rimanere esclusi.

Cosa succede se vince il sì
Il sì dà il via libera alla riduzione del numero dei parlamentari, con la modifica degli articoli 56 e 57 della Costituzione. Il numero dei deputati passerebbe in caso di vittoria del SI dagli attuali 630 a 400, quello dei senatori eletti da 315 a 200 con massimo 5 Senatori a vita; in pratica ad oggi c’è un deputato ogni 96 mila abitanti, con il taglio invece ce ne sarebbe uno per 151 mila. A Palazzo Madama oggi siede un senatore ogni 188 mila abitanti mentre con il taglio ce ne sarebbe uno ogni 302 mila.

Dario Vassallo a Carovigno per presentare il suo libro “La verità negata”

Si tratta di un lavoro in cui parla chiaramente dei responsabili dell’omicidio di suo fratello Angelo, il famoso ‘sindaco pescatore’ di Pollica, comune cilentano.

Parte oggi (12 settembre) da San Vito dei Normanni il tour di Dario Vassallo per la presentazione del suo ultimo libro dal titolo “La verità negata“. Si tratta di un lavoro in cui parla chiaramente dei responsabili dell’omicidio di suo fratello Angelo, il famoso ‘sindaco pescatore’ di Pollica, comune cilentano.

Dieci anni fa il terribile delitto ha portato alla ribalta nazionale l’esempio di un sindaco simbolo della lotta in favore della legalità e dell’ambiente: gli stessi valori che Dario Vassallo ha individuato nella lista regionale del ‘partito dei sindaci’, Italia in comune. Non è un caso che, a una settimana dal voto in Puglia, Vassallo si sia affidato ai candidati guidati da Rosario Cusmai, consigliere comunale a Foggia e coordinatore regionale del partito, e Michele Abbaticchio, sindaco di Bitonto e vicecoordinatore nazionale, per presentare il suo ultimo lavoro, vero e proprio testamento politico da consegnare all’Italia intera.

“È un onore essere amico di Dario perché è un uomo straordinario, che non ha mai voluto arrendersi difronte a tutte le avversità e ad una mancata giustizia – commenta Abbaticchio – lui e Angelo sono l’esempio di un Paese che non piega la testa anche quando le stesse Istituzioni restano in silenzio. Alla legalità ed all’ambiente votiamo il nostro credo, sperando di creare uno spazio politico importante in occasione dell’appuntamento al voto del 20 e 21. Noi crediamo ancora in una politica diversa dallo scambio di voti e dei soliti noti”.

Dario Vassallo sarà ospite a San Vito dei Normanni, alle ore 17, a Carovigno alle ore 18, a Gioia del Colle alle 20 nella giornata di sabato prossimo, 12 settembre.

Chiuderà il ciclo di incontri per la presentazione del suo libro domenica mattina, alle ore 10, a Fasano.

Convegno e Mostra sulle Architetture del ‘900 9 itinerari x 100 architetture = ‘900 in Basilicata e Puglia.

Sarà inaugurata venerdì 11 settembre presso il Castello Dentice di Frasso di Carovigno la IV tappa della Mostra itinerante “9 itinerari per 100 Architetture del ‘900 in Basilicata e Puglia”, organizzata da DO.CO.MO.MO.

Italia Sezione Basilicata e Puglia ETS, con la Fondazione Matera-Basilicata 2019 e lo Open Design School, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Carovigno.

La tappa di Carovigno è l’unica nella provincia di Brindisi ed è stata fortemente voluta dall’ assessorato all’Urbanistica, guidato dall’architetto Toni Camporeale, proprio nel luogo simbolo della Città, il Castello Dentice di Frasso, luogo sintesi di architetture passate. “L’architettura è dialogo con la società, materia in continuo mutamento e sviluppo – afferma l’assessore Camporeale – ed è importante che se ne parli, affrontanadone le tematiche con un pubblico più ampio in un territorio che ha tanto da raccontare”.

La Mostra sarà anticipata da un Convegno scientifico sulle architetture del ‘900 in Puglia e Basilicata, a cui prenderanno parte alcuni tra gli architetti più noti d’Italia, quali Ugo Carughi, Franco Purini, Mauro Saìto, Franz Prati.
Il Convegno di studi, in cui si esplorerà anche e per la prima volta l’architettura contemporanea a Carovigno,si aprirà venerdì alle ore 9 alla presenza delle istituzioni locali e regionali e si concluderà alle 19. La partecipazione darà diritto al riconoscemnto di crediti formative per architetti e ingegneri.

Al termine sarà inaugurata la Mostra 9 x 100 = ’900, visitabile sino al 18 ottobre. La Mostra, curata da Antonello Pagliuca e Mauro Sàito, è il risultato di un’attività di schedatura del patrimonio architettonico regionale del ‘900, intesa come uno strumento aperto e implementabile, con cui ci si propone di conoscere e mettere in rete 100 architetture moderne di qualità riconosciuta. Si tratta di opere selezionate su 151 da un Comitato scientifico internazionale di cui fanno parte tra gli altri: William J. Curtis, Federico Bucci, Franco Purini, Amerigo Restucci.

La Mostra 9×100=‘900 attraversa le storie sociali, politiche ed economiche del XX secolo di questo territorio e si articola in 9 percorsi tematici, non cronologici, che collegano la originalità delle opere delle due regioni al dibattito culturale nazionale. L’idea olivettiana di un’opera di architettura, intesa come espressione della Comunità che l’ha generata, costituisce la chiave di lettura per un percorso sviluppato lungo un secolo attraverso regioni riunite in una continuità fisica e culturale narrata tramite le 100 architetture in mostra.

I titoli dei 9 itinerari tematici (Infrastrutture e industria, Abitare la campagna, Architetture per la comunità, Insegnare all’italiana, Residenza moderna dentro e fuori le mura, Moderno Sensus Fidei, oltre a Tutela del Moderno, Moderno restaurato, ARCH[XX]: un percorso al femminile) sono strumenti di comunicazione, ispirati alla modernizzazione dell’Italia nell’inizio secolo, al periodo del regime fascista fra le due guerre, alla ripresa produttiva degli anni ’50 e ’60, all’evoluzione della società e dell’economia fino al 2000, segnano la partenza per un percorso collettivo da ciò che eravamo a ciò che siamo.

In Mostra sarà possibile visionare n. 10 modelli di CAPRICCI MODERNI, progetto collaterale collegato alla mission del Docomomo e alla tesi della Mostra, realizzati da 10 progettisti contemporanei (ALPHAVILLE, ENGLAND, NICOLIN, PINÓS, PRATI, PURINI, SÀITO, SESTITO, THERMES, ZULIANI) come riflessioni alla maniera di Capricci piranesiani sul tema della “continuità del Moderno”: ibridazioni, liberi rimontaggi, re-interpretazioni di architetture moderne.

Sostenibilità e vigilanza: pronti i progetti per Torre Guaceto

Sono in arrivo svariati progetti per il potenziamento della tutela della Riserva Naturale dello Stato e Area Marina Protetta di Torre Guaceto e per la rinaturalizzazione delle aree degradate.

Il Consiglio di Amministrazione che si è tenuto nelle ultime ore ha approvato ben quattro progetti.
Il primo punta a rendere le strutture del Consorzio completamente sostenibili con l’implementazione delle guanine fotovoltaiche già predisposte sugli edifici nelle disponibilità dell’ente, l’efficientamento degli impianti e la realizzazione di una stazione di ricarica per mezzi elettrici.

Il secondo prevede un miglioramento dei segnalamenti del perimetro dell’AMP, l’installazione di un sistema di videosorveglianza che permetta un costante monitoraggio dell’area protetta e la realizzazione di un approdo per i mezzi nautici del Consorzio e delle forze dell’Ordine.
Il terzo punta al potenziamento del contrasto alla pesca di frodo non solo all’interno dell’AMP di Torre Guaceto, ma anche nella Zona Speciale di Conservazione “Torre Guaceto e Macchia San Giovanni”, alla predisposizione del Piano di gestione della pesca nella ZSC, e ad alla realizzazione di azioni di informazione e formazione nell’AMP.

Il quarto intervento si concentrerà sulla zona di Apani ed è finalizzato alla rinaturalizzazione di un’area che negli anni ha subito un forte impatto antropico.
Non solo, nella stessa seduta, i consiglieri di Amministrazione hanno dato mandato legale per la querela di quanti nell’ultimo periodo hanno leso l’onorabilità dell’ente e diffuso informazioni false e diffamanti attraverso social ed articoli di giornale.

“Abbiamo svolto un Cda molto importante per la riserva – ha dichiarato Corrado Tarantino, presidente del Consorzio di Gestione dell’area protetta -, nel corso dell’ultima riunione abbiamo deciso di dare seguito alle iniziative intraprese per la salvaguardia e la tutela di Torre Guaceto rispetto all’impatto antropico ed ai cambiamenti climatici. Gli interventi deliberati ci consentiranno di affrontare queste problematicità da tre fronti: miglioramento infrastrutturale attraverso il reperimento di finanziamenti pubblici, rafforzamento dei rapporti con le Autorità preposte al controllo e ad alla repressione degli abusi messi in atto ai danni della riserva attraverso la stipula di convenzioni utili ad andare incontro anche alle esigenze delle forze dell’Ordine, proseguo delle attività di educazione ambientale per un potenziamento della cultura del rispetto dell’ambiente, attraverso progetti con le scuole e le associazioni attive sul territorio. Abbiamo deciso di muoverci in questo modo perché – ha chiuso Tarantino –, siamo convinti che la sola repressione non sia sufficiente se si vuole tutelare davvero Torre Guaceto”.

Brandi: “Primi impegni per i più deboli con una legge per tutelarli”

Carmine Brandi: “Primi impegni per i più deboli con una legge per tutelarli”.

Il primo impegno che mi assumo una volta eletto è di proporre una legge regionale per la semplificazione all’accesso a tutti i servizi per i soggetti più fragili, dai diversamente abili ai malati oncologici, dagli anziani soli ai soggetti affetti da patologie psichiatriche.

Faremo in modo che dalle porte uniche d’accesso presso le ASL, che hanno funzionato a macchia di leopardo, ogni cittadino fragile esponga una volta sola il suo disagio alla pubblica amministrazione: non importa che si tratti dei servizi sociali comunali o dello sportello ASL o di un ufficio scolastico. Insomma all’emersione del bisogno, spesso complesso e variegato, spetti allo Stato dare una risposta a tutti i problemi di quel cittadino e, non solo, a quello per cui ha bussato a questo o a quello sportello.

Semplificare l’accesso alla pubblica amministrazione, per dare risposte complete ai soggetti più fragili, come abbiamo iniziato a progettare con gli uffici dell’Ambito di Francavilla Fontana quando ero Presidente del Consorzio assieme agli altri colleghi amministratori locali dei Comuni di Carovigno, Ceglie, Oria, Villa Castelli, San Michele Salentino.

Mai più disorientamento, a partire da chi non può permettersi per la propria condizione di girare le sette parrocchie della macchina burocratica. Semplificare vuol dire curare meglio e garantire veramente a tutti le risposte al disagio, senza parcellizzazioni, che equivalgono alla negazione di diritti costituzionalmente garantiti, spesso solo nella forma.

Comunicato Stampa Carmine Brandi canidato al consiglio regionale con l'Italia in Comune

Carovigno: Servizio straordinario di controllo del territorio

Carovigno: Servizio straordinario di controllo del territorio. Due persone denunciate e tre segnalate all’autorità amministrativa.

A Carovigno, i Carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni, a conclusione di un servizio straordinario di controllo del territorio, disposto dal Comando Provinciale di Brindisi, hanno denunciato in stato di libertà per guida in stato di ebrezza alcolica:

– un 29enne di Ceglie Messapica, poiché a seguito di sinistro stradale è stato sorpreso alla guida della propria autovettura in stato di alterazione psicofisica. L’uomo sottoposto ad accertamenti mediante etilometro in dotazione è risultato avere un tasso alcolemico di 1,44 g/l. Patente di guida ritirata e veicolo sottoposto a sequestro;

– un 56enne di Latiano, poiché a seguito di un controllo alla circolazione stradale è stato sorpreso alla guida della sua motocicletta in stato di alterazione psicofisica. Infatti sottoposto ad accertamenti mediante l’etilometro è risultato avere un tasso alcolemico di 1,15g/l. Patente di guida ritirata.

Nel medesimo contesto, sono stati segnalati all’Autorità Amministrativa:

– un 20enne di Bari, trovato in possesso, a seguito di perquisizione personale, di 1,5 grammi di marijuana che occultava all’interno di uno zaino;

– un 23enne di Carovigno, trovato in possesso, nel corso di una perquisizione personale e veicolare, di 0,5 grammi di hashish che occultava all’interno di un marsupio. Patente di guida ritirata;

– un 23enne di Mesagne, trovato in possesso, a seguito di perquisizione personale, di 0,3 grammi di marijuana che occultava in un marsupio e negli slip;

Tutta la sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro.

Nel complesso, i Carabinieri hanno controllato 78 veicoli, identificato 84 persone, di cui 12 di interesse operativo, effettuato 16 perquisizioni, elevato 9 contravvenzioni al codice della strada.

Sportivi per il mare pulito: associazioni al lavoro a Torre Guaceto

Il mese di agosto si è aperto e si è chiuso con due importanti contributi dati da altrettante associazioni alla causa della tutela della Riserva Naturale dello Stato e Area Marina Protetta di Torre Guaceto.

I primi a scendere in campo sono stati gli sportivi dell’Apnea Energy di Fasano. Giovanissimi ed adulti apneisti hanno ripulito i fondali della Riserva attingendo a tutte le loro capacità di gente di mare, senza l’impiego di attrezzatura e mezzi.
A chiusura, si sono mobilitati i soci delle sezioni di San Vito dei Normanni e Carovigno della Lega Navale ed i volontari della condotta Slow Food Alto Salento. Famiglie intere e gruppi di amici hanno raggiunto l’area protetta e, con il supporto del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, hanno mosso verso gli isolotti della torre aragonese, nella zona A, la Riserva integrale.

Qui hanno rimosso tutti i rifiuti portati dal mare. Sono stati numerosissimi i sacchi riempiti dai volontari. Grandi quantitativi di rifiuti hanno finalmente e definitivamente abbandonato la Riserva, grazie ai loro sforzi. Ma soprattutto, il loro impegno potrà essere assurto ad esempio da imitare da chi frequenta Torre Guaceto.

In questo periodo storico, si toccano quotidianamente con mano i danni provocati all’ambiente nei decenni passati. Le valanghe di rifiuti prodotti con il tempo stanno soffocando tutto quel che rimane degli ambienti naturali. E la Riserva non è immune.
Nell’area protetta, la pulizia spiagge, competenza dei due Comuni di pertinenza, viene svolta ogni giorno, a mano e all’alba, per non danneggiare gli habitat presenti. Ma basta qualche onda per portare nuovi rifiuti sulle spiagge.

Il fenomeno dell’abbandono da parte degli utenti dell’area protetta è ormai quasi del tutto stato eliminato grazie agli anni dedicati alla sensibilizzazione dal Consorzio di Gestione. Ma è urgente più che mai che tutti inizino a produrre meno rifiuti e a conferirli dopo averli differenziati.

Il mondo, così come Torre Guaceto, non può scomparire schiacciato dai cumuli di rifiuti.
Visto il contesto, si coglie a pieno l’importanza dell’attività svolta dai volontari di Apnea Energy, Lega navale e Slow Food.

“Ringrazio questi gruppi per aver scelto di dedicarsi alla nostra Riserva – ha commentato Corrado Tarantino, presidente del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto -, se tutti dedicassimo un giorno a settimana alla tutela dell’ambiente, potremmo davvero cambiare le nostre sorti. Grazie ancora a tutti i volontari a nome della nostra fauna selvatica e dei nostri habitat protetti”.

 

Boosta fondatore dei Subsonica a Carovigno con lo spettacolo Boostology

L’artista è atteso giovedì 27 agosto (ore 21) nel Fossato del Castello di Otranto per la rassegna Luce d’Oriente e venerdì 28 agosto (ore 21) nel Castello Dentice di Frasso di Carovigno.

Due tappe in altrettanti castelli pugliesi per il tour italiano di Davide «Boosta» Dileo, il tastierista dei Subsonica che quest’estate ha toccato luoghi particolari della penisola con il progetto da solista «Boostology». L’artista è atteso giovedì 27 agosto (ore 21) nel Fossato del Castello di Otranto per la rassegna Luce d’Oriente e venerdì 28 agosto (ore 21) nel Castello Dentice di Frasso di Carovigno per il festival itinerante Piano Lab, appuntamenti promossi dall’associazione La Ghironda (biglietti 15 euro sul circuito vivaticket, 20 euro al botteghino).

Per Boosta non è la prima avventura extra Subsonica, se si considerano due album (uno a nome Caesar Palace), i dj-set, la direzione artistica dell’etichetta Cramps, l’attività come editore e le conduzioni fra radio e tv. Ma ora il musicista torinese si ritrova da solo sul palco per raccontare la storia della musica elettronica attraverso i suoni di un pianoforte a coda, uno verticale, uno elettrico (un Wurlitzer anni Settanta) e un mixer al quale sono collegati dei sintetizzatori. Tranne un paio di passaggi dalla colonna sonora della serie Sky «1992» e qualche cover, la scaletta del concerto è tutta di musica inedita. Dunque, Boosta propone un’anticipazione del nuovo album solista che vorrebbe fosse doppio, per poter contenere tutte le influenze che lo hanno ispirato.

Artista poliedrico con una carriera più che ventennale, Boosta si sente molto legato al Novecento colto di compositori come Erik Satie, Philip Glass, Béla Bartók e Arvo Pärt, che celebra a modo suo nell’estate più strana del secolo con un «concerto passeggiato» per pianoforti ed elettronica. Un concerto speciale in cui il musicista vagabonda tra strumenti grandi e piccoli, tra suoni, canzoni e ispirazioni della sua memoria e della musica che ama, percorrendo i sentieri meno battuti della musica contemporanea del Novecento e le pietre miliari del proprio repertorio pianistico, fino ai pezzi in anteprima del nuovo disco. Boosta accompagna il pubblico in un vero e proprio viaggio alla scoperta delle diverse sfumature della musica e della sua unica valenza: essere un collante sociale ed emotivo.

«È la prima volta che mi permetto di girare così “svestito” e spero possa essere una bella scoperta per me e per il pubblico», dice Boosta, che definisce questo progetto «la colonna sonora del silenzio di chi viene ad ascoltare. Solo all’interno di questa meravigliosa scatola, che è il silenzio – prosegue – c’è la capacità di far crescere una scintilla. La musica è uno strumento meraviglioso. E vorrei che la musica fatta con gli strumenti diventasse a sua volta strumento per le persone, affinché si possano un po’ perdere».

Classe 1974, di Torino, ma per metà pugliese (la mamma è salentina), Boosta ha all’attivo otto album in studio con i Subsonica (che hanno fruttato otto dischi di platino, con più di 500.000 copie vendute), quattro cd live e un’intesa carriera dal vivo. Come autore e compositore ha realizzato, tra gli altri, brani per Mina quali «Non ti voglio più», contenuto nell’album «Facile», e «La Clessidra», presente del disco «Caramella». Considerato tra i migliori dj italiani, Boosta è anche compositore di colonne per il cinema e serie tv, tra cui «1992» e «1993» prodotte da Sky. E oltre alla carriera artistica coltiva la passione per il volo.

Arriva l’ufficialità, il Carovigno Basket è in serie C.

La notizia tanto attesa finalmente è arrivata, in data 19 Agosto il Comitato Fip Puglia ha deliberato l’ammissione del Carovigno Basket, targato Brio Service, in serie C Silver.

È un salto di categoria storico, per la prima volta nella storia cestistica della città della Nzegna il Carovigno competerà in un palcoscenico importante, completamente diverso, con società storiche e blasonate in un campionato che si prospetta molto competitivo e avvincente.

La città è in festa per questo meraviglioso ed entusiasmante traguardo, sono stati ripagati tutti gli sforzi fatti durante la passata stagione, le tante gioie vissute a suon di vittorie (ricordiamo che la Brio Service era prima indiscussa prima del lockdown) condivise con il meraviglioso pubblico che tanto affetto e tanta forza ha dato a questa squadra.

Un un grosso plauso va fatto al patron Giuseppe Greco e a tutti i dirigenti (Francesco Lotti, Luigi Greco, Giuseppe Epifani, Mattia Di Latte, Cristian Caliolo, Vincenzo Carlucci, Pasquale Melpignano e Concetta Buongiorno) che in tre anni, partendo da zero, hanno creato una realtà meravigliosa, piena di entusiasmo, con grandissima passione e tanta dedizione hanno fatto innamorare un paese intero della palla a spicchi.

Riportiamo le parole a caldo del patron Giuseppe Greco:
“Siamo davvero felici per questo importante risultato, diciamo che è stato meritatissimo e che siamo orgogliosi del nostro progetto che stiamo portando avanti con tanta dedizione e tanto impegno. Un ringraziamento particolare lo voglio fare a tutto lo staff e a tutta la squadra che l’anno scorso ci ha fatto vivere momenti davvero entusiasmanti. Un grazie anche a tutti gli sponsor e a tutti gli amici che hanno sin da subito creduto nel nostro progetto e ci aiutano a portarlo avanti, insieme abbiamo scritto una bellissima pagina sportiva della nostra città. Finalmente lo possiamo dire, Carovigno è in serie C”.

Conclude il DS Luigi Greco:
“Oggi è un giorno speciale, la notizia era nell’aria da un po’ ma l’abbiamo tenuta riservata, il Comitato Puglia ha premiato i risultati della passata stagione. È la prima volta che la nostra città si cimenterà in un campionato di serie C, stiamo già lavorando al massimo per allestire una squadra competitiva per la nuova categoria che si prospetta di un livello tecnico importante. Il nostro obiettivo sarà la salvezza e far crescere ancora di più il nostro ambizioso progetto. Siamo davvero contenti, Carovigno in serie C è un sogno che si avvera”.

Uff. Stampa ASD Carovigno Basket

 

Comunicato preventivo per la diffusione di messaggi politici elettorali.

La GlocalMedia.info, informa che intende diffondere i messaggi elettorali per le elezioni regionali per la Puglia 2020 e per le amministrative 2020.

Comunicato preventivo per la diffusione di messaggi politici per il Referendum e le elezioni relativi alle elezioni regionali per la puglia 2020 e alle Amministrative 2020 sensi della legge 22 febbraio 2000 n. 28 e in conformità delle norme dell’Agcom

I quotidiano on line valledirianotizie.it ostuninotizie.it, ceglienotizie.net, carovignonotizie.net, essenotizie.it

COMUNICATO PER ELEZIONI REGIONALI PER LA REGIONE PUGLIA

Per coloro che intendono mettere a disposizione su questa testata spazi pubblicitari per la diffusione di messaggi politici elettorali, ai sensi e nelle forme di legge.

Gli spazi di propaganda saranno offerti a pagamento a tutte le liste, movimenti, associazioni, candidati, partiti politici che ne facciano richiesta nel pieno rispetto del principio di parità di trattamento ed in base all’ordine temporale di prenotazione. I messaggi saranno accompagnati dalla dicitura “messaggio elettorale” e dall’indicazione del nome e cognome del committente.

Nello specifico:

1) Gli spazi di propaganda saranno offerti a tutti i partiti, a tutte le liste e movimenti, come sopra indicato, e a tutti i singoli candidati che ne facciano richiesta;

2) In caso di alleanze, ogni partito sarà considerato in modo autonomo;

3) Le prenotazioni e la consegna del materiale sarà possibile in qualunque giorno fino ad una settimana prima della data delle elezioni;

4) Per prendere visione delle tariffe dei banner e degli altri spazi nella testata (uguali per tutti i committenti) e per richieste di informazioni e di pubblicazione di messaggi di propaganda elettorale a pagamento è necessario contattare la redazione via e-mail: info@ostuninotizie.it;

5) Le dimensioni dei banner e gli spazi sulla pagina sono prestabiliti;

6) Sarà cura del committente fornire alla glocalmedia.info materiale informativo attraverso l’indirizzo e-mail o con consegna diretta in tempo utile per la realizzazione e personalizzazione dello spazio acquistato;

7) Il committente si assume la responsabilità esclusiva (civile e penale) di quanto affermato e dichiarato nello spazio autogestito. Resta comunque la facoltà discrezionale del responsabile del Corrierepl.it di non pubblicare un messaggio propagandistico chiaramente e palesemente ritenuto diffamatorio e, quindi, contro legge;

8) E’ vietata la pubblicazione e la trasmissione di qualsiasi messaggio elettorale nel giorno precedente (un minuto dopo la mezzanotte) ed in quello stabilito per le votazioni (esempio: se le votazioni sono previste per la domenica, l’ultimo giorno di trasmissione sarà fino alla mezzanotte del venerdì);

9) Il pagamento dovrà essere effettuato alla firma del contratto e in unica soluzione, anticipato a ricezione fattura. Il mancato adempimento del pagamento comporterà automaticamente la mancata accettazione della pubblicazione.

Gli ORDINI di acquisto ai sensi dell’art. 3 della Legge 515 del 10.12.1993 e successive modifiche dovranno essere effettuati (e quindi firmati) da:

candidati o loro mandatari;
segretari amministrativi o delegati responsabili dei messaggi politici elettorali, previa loro identificazione ed attestazione della qualifica;

qualora il committente dei messaggi politici elettorali sia un gruppo, un’organizzazione, una associazione di categoria, un movimento, un partito, etc. occorre la preventiva AUTORIZZAZIONE (SCRITTA) DEL COMMITTENTE O DEL SUO MANDATARIO.

La FATTURA andrà emessa, in base alla richiesta del Committente, a:

1 candidati o loro mandatari
2 oppure ai segretari amministrativi o delegati responsabili della propaganda;
3 oppure all’organizzazione/associazione di categoria, etc. previa autorizzazione, come sopra indicato.

La Concessionaria dovrà rifiutare richieste di messaggi politici elettorali da parte di ENTI della PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.

Per info e costi info@ostuninotizie.it

Popolari Oggi

Referendum 2020: cittadini al voto per la riduzione dei parlamentari

Domenica e lunedì i cittadini voteranno per il Referendum Costituzionale che prevede la riduzione del numero dei parlamentari. Non ci sarà quorum Domenica 20 (dalle...

Dario Vassallo a Carovigno per presentare il suo libro “La verità negata”

Si tratta di un lavoro in cui parla chiaramente dei responsabili dell’omicidio di suo fratello Angelo, il famoso ‘sindaco pescatore’ di Pollica, comune cilentano. Parte oggi...

Santa Sabina. Materassino con persone a bordo scompare in mare: ritrovati i ragazzi

Torre Santa Sabina, materassino con persone a bordo scompare in mare: ritrovati i ragazzi. Si sono vissuti momenti di apprensione nel pomeriggio di oggi, venerdì...

Carovigno: Servizio straordinario di controllo del territorio

Carovigno: Servizio straordinario di controllo del territorio. Due persone denunciate e tre segnalate all’autorità amministrativa. A Carovigno, i Carabinieri della Compagnia di San Vito dei...

Convegno e Mostra sulle Architetture del ‘900 9 itinerari x 100 architetture = ‘900...

Sarà inaugurata venerdì 11 settembre presso il Castello Dentice di Frasso di Carovigno la IV tappa della Mostra itinerante “9 itinerari per 100 Architetture...