22.7 C
Carovigno
martedì, Agosto 20, 2019
Home Blog Pagina 65

Calcio, il Carovigno da visita all’Ostuni. Ed è subito aria di derby. Segui qui la diretta del match

Derby al comunale della Città Bianca, il Carovigno sarà ospite della seconda forza del campionato, l’Ostuni. Qui la diretta del match.

Di Alessio Casarano

L’ASD Carovigno Calcio, dopo la vittoria contro il Sava, sarà ospite dell’ASD Ostuni 1945. I ragazzi di mister Vignola dovranno continuare il loro percorso per allontanare il prima possibile la zona play-out. I rossoblù non vincono fuori casa dal 19 Novembre 2017, quando in quel di Racale si imposero per 1-2.

Il Carovigno dovrà fare a meno degli squalificati Lanzillotti e Vignola, entrambi per una giornata. Non una trasferta facile per i ragazzi della Nzegna che dovranno sfidare la miglior difesa del campionato. Per l’Ostuni una sola sconfitta in campionato, risalente allo scorso 12 Novembre 2017, quando in casa ha perso 0-3 contro l’ Atletico Racale.

Per i padroni di casa non ci sono pesanti assenze, ma devono tener conto dei diffidati Cavallo e Pace. Dirigerà il match il signor Sciolti della sezione di Lecce, gli assistenti Dattoli e Ambasciati della sezione di Foggia. È assicurata la diretta video-live del match a cura della nostra redazione.

Qui la diretta

A Serranova terza edizione de “La Focara”

L’associazione Effetto Serranova vi invita alla terza edizione della Focara, questo sabato 20 gennaio dalle ore 19 nella piccola borgata di Serranova.

L’associazione Effetto Serranova vi invita alla terza edizione della Focara, questo sabato 20 gennaio dalle ore 19 nella piccola borgata di Serranova, si potrà  gustare ottimo cibo di strada come  orecchiette con la passata di pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto dall’azienda Calemone e caciocavallo impiccato dalla Basilicata e tanto altro ancora, inoltre si potrà assistere allo spettacolo di artisti di strada (percussionisti Mangiafuoco e giocolieri) come Yin & Yang, Joker Psycho, Mino Pellegrino e  Jizzu lo sputafuoco… non mancherà  la buona musica popolare del gruppo folk i Venti Salentini e lei grande protagonista “la FOCARA”.

 

Carovigno, ecco la coordinatrice cittadina di Noi con l’Italia si tratta dell’avv. Sandra Di Monte

L’avvocato Sandra Di Monte nominata coordinatrice cittadina di Carovigno per il movimento di Noi con l’Italia.

Dal coordinamento nazionale,  dopo aver sentito il capo gruppo consiliare Antonio Pagliara e i consiglieri comunali tutti, e considerate le imminenti elezioni comunali e politiche, si è proceduto alla nomina della Coordinatrice Cittadina per il comune di Carovigno  del movimento Avv. Sandra Di Monte.

Nei prossimi giorni si provvederà alla nomina dei componenti del coordinamento cittadino e del portavoce.

 

Torre Guaceto, luogo preferito dagli storni in Puglia

In questo periodo, numerosissimi storni stanno popolando il nostro territorio ed in particolar modo la riserva naturale di Torre Guaceto.

Il video

La Puglia ospita popolazioni stanziali, numericamente modeste e, in autunno-inverno, contingenti migratori straordinariamente numerosi. Dagli 8 ai 10 milioni è la stima degli storni che in questo mese sono presenti in Puglia per svernare. Questi uccelli provengono dal nord dell’Italia e dai Paesi dell’Est, spinti dal freddo dei distretti di origine, poi a marzo andranno via per tornare nei luoghi di provenienza.
Gli storni si radunano al tramonto e sono solo due i siti pugliesi che hanno eletto a dormitorio perché sicuri e protetti e uno di questi è la Riserva Naturale dello Stato di Torre Guaceto.  Gli stessi sono censiti dagli ornitologi incaricati dalla Facoltà di Agraria dell’Università di Bari che svolge, per la Regione Puglia, il monitoraggio della specie finalizzato alla valutazione delle interazioni di queste con l’uomo.
Al tramonto a Torre Guaceto si assiste ad uno spettacolo della natura. Nuvole di storni composte dai 3 ai 5 milioni di esemplari scendono nei canneti facendo emozionanti evoluzioni. Ne approfittano i rapaci come i falchi di palude (Circus aeruginosus), le albanelle reali (Circus cyaneus) e i falchi pellegrini (Falco peregrinus) che li inseguono per cibarsene.
Per scendere più nel dettaglio delle caratteristiche di questo animale, lo storno (Sturnus vulgaris) è un uccello appartenente all’ordine sistematico dei Passeriformi, di cui fanno parte numerose specie, molte comuni e sinantropiche, cioè vicine all’uomo per opportunità alimentare, di protezione e di offerta di siti riproduttivi. Per avere riprova di questa sua attitudine, basti pensare al passero (Passer domesticus) che costruisce il nido negli interstizi delle abitazioni, si ciba nei coltivi di frumento e vive nei pressi delle abitazioni dove i predatori non osano avvicinarsi.
Lo storno è originario dell’Eurasia, ma è stato introdotto in tutti i continenti tranne l’America meridionale e l’Antartide. Ha dimensioni corporee medio-piccole, pesa all’incirca 80 grammi e il suo piumaggio è di colore nero. I sessi sono distinguibili solo nel periodo riproduttivo, quando compare una macchia sulla base del becco, azzurra nei maschi e rossastra nelle femmine. In questa fase, il piumaggio dello storno assume riflessi lucenti azzurro-verdastri.
Questo uccello vive nelle campagne, ma anche nei villaggi e nelle città. Nidifica in cavità naturali di rocce e di alberi, ma anche di edifici, in lampioni e pali di cartelli stradali. Si nutre di insetti, di frutta e di semi.
E’ specie migratrice, ma anche stanziale alle latitudini meridionali. Purtroppo, lo storno è una specie odiata da molti per la sua abitudine di cibarsi anche di olive, ma in realtà è un insettivoro e la sua utilità è spesso sottostimata. Come spiegano gli addetti ai lavori, per placare l’ira degli agricoltori, basterebbe ristorare i danni eventualmente prodotti da questi uccelli per sanare un conflitto forse inutile.

Carovigno, rapina in una tabaccheria di via Valdagno. Due malviventi fuggono con il bottino

Due soggetti a volto coperto armati di coltello e pistola, hanno fatto irruzione nella tabaccheria e recuperato il bottino sono scappati. Indagano i Carabinieri.

Rapina intorno alle 20.00 di questa sera (17 gennaio 2018) in una tabaccheria di Carovigno situata in Via Valdagno. Da quanto appreso, due soggetti a volto coperto armati di coltello e pistola, hanno fatto irruzione nella tabaccheria, all’interno dell’esercizio commerciale si trovava la proprietaria che non ha opposto resistenza.

I banditi dopo aver recuperato il bottino si sono dileguati nelle stradine limitrofe. Sull’accaduto indagano i Carabinieri.

Ciclista investita sulla provinciale: ricoverata in prognosi riservata

Una donna di Pezze di Greco è ricoverata in gravi condizioni in prognosi riservata all’ospedale Perrino di Brindisi.

Una 40enne di Pezze di Greco, frazione di Fasano, è ricoverata in gravi condizioni in prognosi riservata all’ospedale Perrino di Brindisi per le ferite riportate a causa di un incidente in cui è rimasta coinvolta. È stata investita da una Citroen C5 mentre viaggiava a bordo di una bicicletta sulla strada provinciale che collega Ostuni a Carovigno.

È accaduto intorno alle 15.30 di oggi, martedì 16 gennaio. Sul posto, peri rilievi del caso, si sono recati gli agenti della Polizia locale di Ostuni. Il traffico ha subito grossi rallentamenti.

Scioglimento del consiglio comunale: “Intervenga la magistratura”: l’opposizione attacca dopo lo scontro nel centrodestra

«Siamo passati dal bene comune e dalla trasparenza alle “continue pressioni” e “agli interessi personali”. I cittadini di Carovigno non meritano tutto questo». Parla l’opposizione.

Mentre il centrodestra carovignese continua a litigare sulle cause che hanno portato alla fine anticipata della legislatura di Carmine Brandi, con le polemiche dai toni forti tra gli ormai ex alleati, ora sono i due consiglieri di opposizione Vincenzo Radisi e ad attaccare la vecchia maggioranza, ed a richiedere l’intervento della magistratura. «Quello che è accaduto pochi giorni fa all’amministrazione comunale di Carovigno e all’oramai ex sindaco Carmine Brandi è esattamente lo stesso film visto appena pochi mesi fa con la prima crisi amministrativa, ma solamente con un finale e un epilogo totalmente diverso. La cosa ancora più grave – attaccano Lanzilotti e Radisi- è che in queste ore la macchina del fango ha già preso il sopravvento e lo scambio di accuse pesantissime va già oltre l’iniziata campagna elettorale; quello a cui tutta la città sta assistendo merita la massima attenzione delle competenti  autorità. Siamo passati dal bene comune e dalla trasparenza alle “continue pressioni” e “agli interessi personali”».

Il riferimento è allo scambio di accuse pesanti tra Brandi ed i consiglieri di Noi Con l’Italia. «Vogliamo ricordare a noi stessi e a chi oggi sputa veleno, che fino a poche ore fa avete “governato” la città tutti insieme appassionatamente e che “ovviamente” eravate i migliori, i più trasparenti ed i più bravi amministratori locali della storia di questa comunità. Siamo diventati il fanalino di coda di tutta la provincia, la nostra unica speranza che questi pochi mesi che ci separano dall’elezione del nuovo sindaco e della nuova squadra di governo facciano riflettere seriamente i nostri concittadini». Comunità carovignese alla terza gestione commissariale negli ultimi cinque anni: l’esperienza di Carmine Brandi si è conclusa giovedì scorso, con le 11 firme depositate davanti al notaio, che hanno portato allo scioglimento del consiglio, espressione della vittoria del centrodestra nel ballottaggio del 31 maggio 2015.

«Per chi come noi, sin dall’estate 2015, ha svolto un ruolo di opposizione nel consesso consiliare non c’è nulla di nuovo. La nostra unica preoccupazione – spiegano Massimo Lanzilotti e Vincenzo Radisi– in questo momento è rivolta alla città con la certezza che i nostri concittadini meritano dei rappresentanti istituzionali di uno spessore decisamente diversa. Carovigno e i Carovignesi hanno bisogno di una nuova classe dirigente e noi siamo a disposizione di tutti coloro i quali credono che una Carovigno migliore si possa costruire, siamo e saremo al fianco di tutti coloro i quali sono convinti che Carovigno possa avere un futuro diverso».

Intanto, dopo la nomina di venerdì, con il verbale d’insediamento ed il primo approccio con gli uffici, da ieri mattina il commissario prefettizio Vito Onofrio Padovano, ha avviato la sua attività amministrativa, tra cui anche quelle riguardante la gestione dei servizi per l’estate 2018 a Torre Guaceto.

Basket. Il Carovigno soffre, combatte, vince e conquista il primo posto in classifica

Arriva, con tanta fatica, la terza vittoria di fila per il Carovigno Basket che batte il Calimera e si prende temporaneamente la vetta della classifica.

I ragazzi di coach Monna sfoderano una prestazione maiuscola nei primi due quarti, arrivando all’intervallo lungo con 19 lunghezze di vantaggio, salvo poi calare di ritmo ed intensità nel terzo periodo permettendo a Montinaro e compagni di rientrare sino a toccare il meno 4 nell’ultima frazione di gioco. Nonostante il rientro prepotente degli ospiti, i padroni di casa mostrano tanta voglia di combattere e tanto cuore chiudendo definitivamente la contesa ad un minuto dalla fine ritoccando la doppia cifra di vantaggio.
Bellissima partita, come da aspettative, per tutti e quaranta i minuti di gioco con circa 350 spettatori presenti sugli spalti del Palazzetto di Contrada Polinisso che hanno sofferto, sudato e poi gioito con i propri beniamini a fine gara. Archiviata la pratica Calimera, il Carovigno da domani inizierà a preparare la difficile trasferta sul campo del Carmiano, sperando di consolidare le ultime buone uscite che hanno portato in testa al campionato i ragazzi del patron Giuseppe Greco e del Presidente Lotti.
Tabellini
ASD Basket Calimera : Monosi, Celano, Mazzei 7, Colella, Montinaro 25, Panese 20, Dimitri 5, Visaggi 6, Aprile 6, Morello ne .
ASD Carovigno Basket : De Leonardis 19, Monna 22, Travaglini 16, Giaffreda 7, Zito 5, Tamborrino 7, Specchia 1, Grasso 1, Pascale, Greco ne .
Uff. Stampa ASD Carovigno Basket

Calcio. In promozione torna alla vittoria il Carovigno. Battuto il Sava 1-0.

Tony Lanzilotti torna a far ruggire il Carovigno che batte il Sava 1-0 e si rilancia in classifica.

di Alessio Casarano

Torna alla vittoria il Carovigno Calcio, che batte il Sava 1-0 in una partita poco sofferta e quasi tutta in discesa. È il Carovigno a rendersi subito pericoloso al 7’, i ragazzi di mister Vignola sfruttano un errore difensivo del Sava, ma non concretizzano l’appuntamento con il gol. Passano pochi minuti e arriva la risposta del Sava che al 10’ sugli sviluppi di un corner mette in difficoltà i padroni di casa. L’ultima ghiotta occasione del primo tempo è targata Carovigno, che prova a concretizzare il risultato con un calcio di punizione dalla media distanza, in questa occasione è bravo il portiere tarantino a smanacciare il pallone a lato.

All’inizio del secondo tempo il Carovigno cerca la via della rete. Il Sava ci crede e tenta la strada del goal al 71’, bravo però il portiere della squadra rossoblu, a respingere le tre conclusioni. Il Sava ci crede e al 74’ in contropiede spreca l’azione del vantaggio con l’attaccante che a tu per tu con il portiere, sbaglia il pallonetto calciato debolmente.

Da goal sbagliato a goal subito lo sappiamo è la dura legge del calcio, dunque, nel miglior momento del Sava arriva la doccia fredda con Tony Lanzillotti, appena entrato in campo, il giovante attaccante è bravo a raccogliere il pallone al limite dell’area e trafiggere l’estremo portiere tarantino con una splendida conclusione, 1-0. L’ultima occasione del match è nelle mani del Carovigno che spreca la palla del raddoppio con un tiro che si spegne alla destra del portiere del Sava.

Carovigno: viola le prescrizioni, denunciato

SONY DSC

L’uomo, nel corso del controllo nella sua abitazione è stato trovato in compagnia di un pregiudicato non convivente.

I Carabinieri della Stazione di Carovigno hanno deferito in stato di libertà L.D., 47enne del luogo, sottoposto alla detenzione domiciliare per espiazione di pena detentiva di 1 anno, per i reati di lesioni, maltrattamenti e violenza privata. L’uomo, nel corso del controllo nella sua abitazione è stato trovato in compagnia di un pregiudicato non convivente, in violazione alle prescrizioni imposte con la misura in espiazione.

Popolari Oggi

Brio Service Carovigno, ancora un colpo di mercato: firma Nikita Molodovs

La Brio Service batte un altro colpo, firma il pivot lettone Nikita Molodovs. Arriva un altro rinforzo per il Carovigno Basket e per la prima...

Simona Molinari in concerto a Carovigno in piazza Nzegna

Nell'ambito degli eventi estivi "E State a Carovigno 2019", l'amministrazione comunale è lieta di presentare Simona Molinari in Concerto. Lo spettacolo avrà luogo domani (18...

Carovigno festeggia oggi la Madonna dell’Uragano

La città di Carovigno festeggia la Madonna dell'Uragano con un ricco programma civile e religioso. Una delle principali feste dedicate alla Madonna dell'Uragano, è svolta...

Servizio straordinario di controllo del territorio per la prevenzione dei reati predatori

Deferite 4 persone in stato di libertà per vari reati, 2 soggetti segnalati quali assuntori di stupefacenti. Sono state effettuate 8 perquisizioni tra personali...

Bucate le gomme alla macchina dei Vigili Urbani

Bucate le gomme all'auto dei vigili che multavano gli automobilisti indisciplinati. E' accaduto nel pomeriggio di domenica 21 luglio in località Carisciola a Torre Santa...