13.4 C
Carovigno
martedì, 25 Febbraio, 2020
Home Blog Pagina 68

Calcio, il Carovigno ottiene un punto prezioso contro il Racale. Finale 1-1

CONTENUTO SPONSORIZZATO

Dopo la vittoria a tavolino contro il Maglie, il Carovigno agguanta un pareggio prezioso contro il Racale. Partita piacevole al Comunale di Carovigno tra i rossoblù e il Racale.

Primo tempo molto incisivo dei locali che per ben tre volte sciupano occasioni da gol con Tony Lanzilotti, Patimo e P. Lanzillotti. L’estremo di casa Comes compie un miracolo su un tiro ravvicinato di Migali, ma è il Carovigno che vince ai punti.

Si va al riposo senza niente di fatto. La ripresa è equilibrata, ma i rossoblù cercano la vittoria che li porterebbe praticamente fuori la zona rischio, ma il Racale dimostra di essere un osso duro. Dieci minuti dalla ripresa Migali ne approfitta di un pallone lasciato solo e batte Comes. Il match si accende e il Carovigno sposta il baricentro in area avversaria, ma le azioni si perdono senza nulla di fatto. L´arbitro ci mette del suo non concedendo due rigori visibilissimi. Mister Vignola cambia e inserisce Diagnè che apre la svolta. Incursione solitaria del senegalese che arriva a tu per tu con il portiere avversario e lo stende in area.

Penalty senza discussione e palla sul piede del bomber Tony Lanzilotti. Ma anche il portiere ospite compie prodezze da manuale e para il rigore. Sulla ribattuta si avventa Diagnè e porta il pari al Carovigno. Inizia il forcing dei locali, e quasi allo scadere del match un colpo di testa di Patimo su azione di calcio d´angolo, magistralmente battuto da Triarico, trova il portiere ben posizionato e compie l’ennesimo miracolo negando la vittoria ai rossoblù. Partita bella e emozionante, un punto a testa meritato e la salvezza sempre più vicina. Migliore in campo: Alessio PATIMO.

Ufficio Stampa ASD Carovigno Calcio

Carovigno: deve espiare la pena di 6 anni e 6 mesi, arrestato dai Carabinieri

CONTENUTO SPONSORIZZATO

I Carabinieri della Stazione di Carovigno, hanno tratto in arresto G. C., 48enne del luogo, in ottemperanza dell’ordine per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 6, mesi undici e giorni ventisei di reclusione, per fatti accaduti in Carovigno, dal 1999 al 2014, in quanto condannato, in via definitiva, per ricettazione e falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico.

L’arrestato dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Brindisi.

Al via alla collaborazione tra Torre Guaceto e la scuola “Pantanelli-Monet”

Si è tenuta nei giorni, presso gli uffici amministrativi del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, la firma di un protocollo d’intesa tra l’ente e l’Istituto Superiore ‘Pantanelli-Monet’ di Ostuni. A siglare l’accordo, il presidente Mario Tafaro e la preside Maria Mingolla. Con la sottoscrizione del documento, si è sancita la nascita del gruppo di lavoro paritetico della Riserva e della sezione agraria della scuola superiore.

Il neonato team curerà in particolare: l’organizzazione delle iniziative di formazione, informazione, sensibilizzazione e di orientamento degli studenti sul fronte delle tematiche ambientali; organizzerà percorsi di alternanza scuola-lavoro grazie ai quali i ragazzi potranno sperimentare sul campo di Torre Guaceto le nozioni e le pratiche acquisite a scuola; svolgerà l’analisi delle richieste emergenti del mercato del lavoro del settore agrario al fine di predisporre elementi di informazione e formazione utili all’individuazione di nuovi profili professionali al fine di garantire agli studenti le migliori opportunità di occupazione.

Era mio particolare interesse stipulare questo protocollo d’intesa con l’Istituto scolastico – ha dichiarato il presidente Tafaro –, perché ritengo di fondamentale importanza lavorare affinché gli studenti sviluppino la vocazione alla tutela del nostro patrimonio naturalistico, questo affinché le nostre ricchezze ambientali rimangano tali anche per le generazioni future”.

Entusiasta anche la preside Mingolla, che ha commentato: “Questo protocollo è molto importante perché permetterà ai nostri studenti di entrare vivamente nel territorio di appartenenza e perché rappresenta la comunione d’intenti che unisce la scuola ed il Consorzio di Torre Guaceto riguardo alla valorizzazione del nostro patrimonio naturalistico, questo sia in termini di tutela, che occupazionali per i nostri ragazzi”.  Il protocollo si concretizzerà in azioni programmatiche già nel prossimo periodo, le prime riunioni organizzative sono previste, infatti, per le prossime settimane.

Amministrative 2018, il meet-up Movimento 5 Stelle Carovigno sceglie Salvatore Ancona

CONTENUTO SPONSORIZZATO

I cinque Stelle ufficializzano il loro candidato; “Ripartiamo dal futuro” accoglie nuove adesioni al suo progetto politico. Inizia ad entrare nel vivo la campagna elettorale a Carovigno con i primi importanti annunci, che in questo caso riguardano due formazioni politiche che non saranno alleate. Sarà Salvatore Ancora, commercialista carovignese il candidato sindaco alle amministrative della prossima primavera per il meet-up Cinque Stelle di Carovigno.

In attesa che giunga il via libera da parte del “Movimento” al riconoscimento ufficiale della sigla, i grillini carovignesi, forti del successo elettorale di domenica scorsa anche in provincia di Brindisi, rendo noto il nome della figura che rappresenterà i pentastellati alla prossime elezioni per il rinnovo di sindaco e consiglio comunale. All’interno del coordinamento cittadino, impegnati in questa campagna elettorale, anche Giuseppe Trinchera e Marco Lotti.

Non è l’unica notizia di ieri, quella di Ancora: ufficializzate anche nuove adesioni al progetto politico “Ripartiamo dal futuro” dell’ex consigliere comunale Massimo Lanzilotti. Sono almeno 50 tra professionisti, pensionati, giovani laureati, appartenenti alla società civile che hanno sottoscritto un documento programmatico, con il quale annunciano la volontà di partecipare attivamente al movimento. «Siamo ormai alle porte di una importante competizione amministrativa per l’elezione del sindaco e il rinnovo del consiglio comunale a Carovigno. Se già di per se le consultazioni elettorali sono un passaggio importante per una comunità, quella che ci apprestiamo a vivere è fondamentale per il futuro della città.

Purtroppo – si legge nel documento di adesione al movimento – dobbiamo constatare che fino ad oggi nulla di ciò che Carovigno poteva essere è diventato, anzi, viviamo in un contesto in cui si accumulano ritardi ormai non più sopportabili in termini di sviluppo, occupazione, valorizzazione e difesa del territorio, di politiche a sostegno delle fasce più deboli e sempre più marginalizzati dalla società». Un perimetro politico, quello che sta portando avanti Massimo Lanzilotti, che punta a rafforzare la presenza della società civile all’interno delle dinamiche amministrative.

Decisivi saranno anche i prossimi giorni per definire l’intera coalizione ed il candidato sindaco che rappresenterà le forze che si alleeranno con “Ripartiamo dal futuro”. «Noi ci siamo per far si che Carovigno sia il paese di tutti e non di pochi, sia il paese delle opportunità e non delle occasioni perse. Ed è per questi motivi che abbiamo deciso di aderire al movimento Politico “Ripartiamo dal Futuro” guidato da Massimo Lanzilotti». Un cantiere ancora aperto che parte dalla precedente esperienza amministrativa, seppur la stessa lista civica era all’opposizione del governo cittadino di Carmine Brandi e della maggioranza di centrodestra.

«Abbiamo apprezzato l’impegno con cui Massimo Lanzilotti ha condotto il ruolo di consigliere comunale dai banchi dell’opposizione, condividiamo la necessità di chiudere in modo definitivo una pagina ormai più che ventennale di cattiva amministrazione nel nostro comune, sentiamo il dovere morale verso la comunità a cui apparteniamo di dire noi ci siamo, per cambiare

Al teatro Italia “Finchè morte non ci separi” di Alessandro Versano

Appuntamento sabato 17 marzo 2018 alle 21.00 al Teatro Italia di Carovigno.

CONTENUTO SPONSORIZZATO

Un’ antologia di monologhi sulla falsariga della famosa Antologia di Spoon River di Edgar Lee. I testi attingono alla cronaca e alle indagini giornalistiche per dare voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un “ex”. Presentato prima in forma di lettura-evento, spettacolo teatrale ha visto numerose donne e attori facenti parte del cast diretto da Alessandro Versano per dare voce a un immaginario racconto postumo delle vittime, creando un’occasione di riflessione e di coinvolgimento dell’opinione pubblica, dei media e delle istituzioni.

“Tutti i monologhi di ‘Finchè morte non ci separi’ – spiega Alessandro Versano – ci parlano dei delitti annunciati, degli omicidi di donne da parte degli uomini che avrebbero dovuto amarle e proteggerle. Non a caso i colpevoli sono spesso mariti, fidanzati o ex, una strage familiare che, con un’impressionante cadenza, continua tristemente a riempire le pagine della nostra cronaca quotidiana. Dietro le persiane chiuse delle case italiane si nasconde una sofferenza silenziosa e l’omicidio è solo la punta di un iceberg di un percorso di soprusi e dolore che risponde al nome di violenza domestica. Per questo pensiamo che non bisogna smettere di parlarne e cercare, anche attraverso il teatro, di sensibilizzare il più possibile l’opinione pubblica”.

Dal 2018 “Finchè morte non ci separi” inizia la strada di un tour “permanente”, che vede nella veste di protagonisti con la compagnia stabile del Teatro Italia Carovigno da Damiano Sponaro, Marilù Sbano, Francesco Sciascia, e Annamaria Lanzillotti. La scena teatrale è sobria: un grande schermo manda filmati ed immagini evocative. Gli Attori si alternano sul palco usando un linguaggio poliforme: un contrappunto emotivo, ora drammatico ora leggero, che usa i toni ironici e grotteschi propri della scrittura di Alessandro Versano.

Gli oli pugliesi tra i migliori extravergini d’Italia conquistano le 5 gocce “Bibenda”

Il 23 marzo si terrà l’11° Forum della Cultura dell’Olio, il miglior olio extravergine d’Italia occuperà il palcoscenico tutto per sé, da protagonista, quindi le aziende produttrici presenteranno i loro oli eccellenti, parliamo degli oli classificati da 91 centesimi in su. I migliori oli extravergine di oliva saranno premiati con le 5 Gocce di Bibenda, tra cui l’olio pugliese extravergine di oliva Monocultivar Ogliarola Karpene prodotto dall’azienda agricola “Pietrasanta Alto Salento” di Carovigno (Brindisi), l’unica della provincia brindisina.

L’Associazione Italiana Sommelier dell’Olio nasce nel 2004, ereditando il messaggio del Grande Maestro Luigi Veronelli, che ci attribuì il compito di organizzare corsi sull’Olio Extravergine di Oliva in tutta Italia, nacque con l’intento di preparare a questa grande cultura i professionisti della ristorazione, i produttori, i venditori, gli appassionati e i semplici consumatori. Dopo 10 edizioni del Forum della Cultura del Vino e dell’Olio, per il 2018 hanno sentito la necessità di dedicare un’intera giornata esclusivamente all’Olio extravergine di Oliva, nell’ottica di non voler lasciare l’olio “all’ombra del vino”, ma di metterlo in primo piano.

Un incontro indispensabile dedicato non solo ai produttori di olio Evo, ai ristoratori e ai sempre più numerosi Sommelier dell’Olio che in questi anni abbiamo insignito, ma proprio a tutti, poiché l’olio è parte fondamentale della nostra cultura, mediterranea e italiana, vero e proprio alimento presente sulle nostre tavole da millenni.

Carovigno: scardina la finestra di un ristorante impossessandosi dell’incasso, denunciato nigeriano.

I Carabinieri della Stazione di Carovigno, a conclusione di attività d’indagine, hanno deferito in stato di libertà, per furto aggravato, S.O. 18enne di origine nigeriana domiciliato a Carovigno.

Il giovane, nel corso della notte, previa effrazione con un grosso coltello, di una finestra in alluminio collocata al piano terra, si è introdotto all’interno di un ristorante del luogo e si è impossessato della somma contante di 105 € prelevata dal registratore di cassa. I militari sono giunti alla sua identificazione mediante l’esame delle immagini del sistema di videosorveglianza.

Carovigno: violazione delle norme sulle armi, denunciate 2 persone

I Carabinieri della Stazione di Carovigno hanno deferito in stato di libertà:

– T.V. 54enne del luogo, per “inosservanza all’obbligo di ripetere la denuncia in caso di trasferimento dell’arma in luogo diverso da quello indicato in precedenza all’Autorità” e “omessa custodia di armi”. I militari, a seguito di specifico controllo domiciliare, hanno accertato la custodia in difformità rispetto alla normativa vigente di un fucile cal. 12, nonché l’omessa comunicazione obbligatoria della variazione del luogo di detenzione di altri sette fucili, regolarmente detenuti;

– C.P. 78enne del luogo, per “inosservanza all’obbligo di ripetere la denuncia in caso di trasferimento dell’arma in luogo diverso da quello indicato in precedenza all’Autorità”. I militari hanno accertato l’omessa comunicazione obbligatoria della variazione del luogo di detenzione di due fucili di proprietà, regolarmente detenuti.

Si ribadisce che in ottemperanza a quanto prescrive la specifica norma di legge: “chiunque detiene armi o parti di esse e/o munizioni deve farne denuncia all’Ufficio locale di Pubblica Sicurezza o, quando questo manchi, al locale Comando dell’Arma dei Carabinieri”, si specifica che “la denuncia di detenzione deve essere ripresentata, ogni qualvolta il possessore trasferisca l’arma in un luogo diverso da quello indicato nella precedente denuncia, oltre ad assicurare che il luogo di custodia offra adeguate garanzie di sicurezza”.

Carovigno: alla vista dei militari abbandona l’auto rubata e fugge

I Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni, hanno deferito in stato di libertà S.K. 23enne cittadino di origine albanese, per i reati di ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. Nel pomeriggio di ieri è stato sorpreso nel centro abitato di Carovigno alla guida di un’autovettura volkswagen fox e alla vista dei militari ha abbandonato repentinamente il veicolo dandosi alla fuga.

Inseguito a piedi per alcune centinaia di metri per le strade del centro, è stato raggiunto e bloccato. Dagli accertamenti effettuati si è riscontrato che l’autovettura è risultata oggetto di furto avvenuto in San Vito dei Normanni il 10 marzo scorso, pertanto è stata restituita al legittimo proprietario un 60enne originario di Milano.

La Brio Service Carovigno sbanca Calimera e conferma la prima posizione in classifica

CONTENUTO SPONSORIZZATO

La Brio Service Carovigno sbanca il difficilissimo campo di Calimera e conferma la testa della classifica del proprio girone. La partita come ci si aspettava è stata durissima, per il Calimera era l’ultima chance per avere speranze di seconda fase, ma il Carovigno, nonostante la pesante assenza di De Leonardis, ha saputo combattere e ha condotto la gara per tutti i 40 minuti di gioco.

Onore al Calimera, squadra che a nostro modo di vedere merita più dell’attuale classifica, che ha lottato su ogni palla e non si è risparmiata sino alla fine, ma un grosso applauso alla Brio Service per aver gestito da grande una gara non facile e in un campo infuocato con tantissimi tifosi come quello del Calimera. La squadra di coach Monna è stata quasi perfetta, ha ruotato tutti e 10 i giocatori a disposizione e ha giocato mostrando ottime collaborazioni offensive e finalmente in difesa si è visto lo spirito di sacrificio, la voglia di aiutarsi e la voglia di vincere che tutti i tifosi carovignesi si auspicavano di vedere.

Il Carovigno Basket chiude ringraziando di cuore tutti i tifosi accorsi a tifare per i nostri colori e che domenica speriamo di rivedere ancor più numerosi per la partita casalinga contro il Basket Carmiano che si disputerà al Palazzetto dello Sport “F. Prima” di Carovigno con inizio alle ore 18:00. Forza Carovigno!

Tabellini: Marseglia 13, Zito 18, Tamborrino C., Pesce 8, Giaffreda, Travaglini 3, Tamborrino F. 4, Specchia 10, Monna 22, Greco. Coach : Carmine Monna.

Popolari Oggi

Utenti minacciano Torre Guaceto: intervengano le forze dell’Ordine

Malgrado l’intensa attività di sensibilizzazione degli utenti condotta dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto sin dalla sua nascita, nonostante il controllo dell’area protetta...

Conoscere ciò che si vede a Torre Guaceto: i doni del mare

Accade molto più frequentemente di quanto si possa immaginare di associare un elemento naturale a qualcosa di molto diverso rispetto a ciò che è...

Carovigno, incendiata nella notte auto di persona

Carovigno, incendiata nella notte auto di persona. Fiamme nella notte a Carovigno, dove in periferia è stata incendiata da ignoti la Fiat Panda di una...

Incidente all’alba, 126 finisce fuori strada

Incidente all'alba sulla San Vito-Carovigno: auto finisce nella campagna Auto fuori strada alle prime ore del giorno di oggi, sabato 22 febbraio, sulla provinciale che...

La Brio Service Carovigno mette a segno l’ottava meraviglia. Il Video

La Brio Service Carovigno vola, ottava vittoria di fila e primato in compagnia di Calimera. Domenica sarà sfida al vertice, Calimera ospita Carovigno. Il Carovigno...