Torre Guaceto
Volantino Spazio Conad Mesagne

La sensibilizzazione passa attraverso il documentario realizzato dalla pugliese Catila nell’ambito del progetto Interreg “MPA networks”.

Cinque minuti di pura bellezza che raccontano l’ecosistema di Torre Guaceto e l’impegno con il quale il Consorzio di Gestione dell’area protetta si dedica alla sua tutela e promozione. La sensibilizzazione passa attraverso il documentario realizzato dalla pugliese Catila nell’ambito del progetto Interreg “MPA networks”.

Un intenso lavoro durato più di due anni. Dal novembre 2019 all’aprile 2022, il Consorzio di Torre Guaceto ha operato nell’ambito dell’Interreg Med “MPA networks”, il progetto finanziato dall’Unione europea, condotto da Medpan, l’associazione delle Aree Marine Protette mediterranee, e che ha visto la riserva partner insieme ad altre AMP italiane, francesi, croate, slovene, greche, ed Organizzazioni non governative albanesi e spagnole.

Un progetto nato per rafforzare la collaborazione tra le aree protette ai fini di un aumento dello standard generale di tutela del mare e degli animali che lo popolano.
Scambio di buone pratiche tra riserve marine e sensibilizzazione. Grazie a questo progetto, è nato il documentario di Torre Guaceto.

Un prodotto bilingue, italiano e inglese, che punta a raccontare le peculiarità dell’area protetta che ne hanno fatto uno dei Parchi meglio gestiti al mondo e la governance del Consorzio con il fine ultimo di spiegare agli utenti le ragioni delle regole ideate per la sua fruizione e come viverla senza danneggiarla.

Il documentario, realizzato dalla società pugliese, Catila, vincitrice della gara pubblicata sulla piattaforma Innovapuglia del 2019, ha visto i professionisti della macchina da presa impegnati in riserva per quasi un anno ed ora sarà a disposizione anche di tutte le strutture ricettive del forum CETS di Torre Guaceto.

Gli operatori del turismo sostenibile, infatti, potranno scaricare liberamente il prodotto cliccando su questo link https://lnx.riservaditorreguaceto.it/video/DOC_TORRE%20GUACETO_SubEN.mp4 e lanciarlo sugli schermi delle proprie reception, mentre gli utenti potranno vederlo sulla home del sito istituzionale dell’area protetta www.riservaditorreguaceto.it.

“Non rimane che innamorarsi un po’ di più di Torre Guaceto guardando questo bel documentario – ha commentato Rocky Malatesta, presidente del Consorzio di Torre Guaceto -, ringrazio Pierdomenico Mongelli di Catila per la dedizione con la quale ha seguito il progetto che ora diventa uno strumento potente di comunicazione da utilizzare nell’ambito delle iniziative congressuali o ancora meglio in modo diffuso sul web. Per acquisire la sensibilità che spinge a rispettare la riserva, è necessario prima conoscerla e poi amarla. Con la presenza del documentario nelle reception delle strutture del territorio, intercetteremo i turisti ancor prima che arrivino a Torre Guaceto, assicurandoci così che siano pronti a fruirne in modo rispettoso e sostenibile”.

Torre Guaceto, la riserva da scoprire, proteggere e amare.

Continua a leggere su ValledItriaNotizie.it