Volantino Spazio Conad Mesagne

Riceviamo e pubblichiamo le parole del patron del Basket Carovigno Giuseppe Greco

È giunto al termine il campionato a dir poco arduo e complesso.
Per la prima volta nella storia del nostro paese ci siamo sposti a giocare i playoff della serie C ma, nonostante la dedizione eccelsa e la grinta dei nostri giocatori,siamo stati sopraffatti dai conterranei provinciali (Dinamo Brindisi) , dimostrando di essere una squadra temprata.Sfortunatamente le difficoltà logistiche hanno compromesso la stabilità della nostra splendida realtà.
Non potendo usufruire delle strutture del nostro paese, siamo stati costretti a mendicare, chiedendo ospitalità ai comuni limitrofi, affinché portassimo avanti l’ impegno concordato con la FIP e non deludere la nostra splendida tifoseria.

È doveroso da parte mia esprimere immensa gratitudine all’ex Sindaco di Ostuni e la Cestistica Ostuni per aver messo a disposizione il palazzetto affinché la nostra squadra giocasse il campionato. Un ringraziamento al Sindaco di San Vito dei Normanni per aver dato l’opportunità di far allenare le new entry (under) e la prima squadra presso il liceo. Al Sindaco di Brindisi per aver concesso l’ allenamento infrasettimanale al Palasport di Tuturano. Infine un ringraziamento all’ amministrazione di Mesagne per aver dato la possibilità di giocare i playoff.

L’allontanamento dal Pala Fernando Prima ha giovato profondamente sul distacco di gran parte del nostro numeroso pubblico e,in particolare ha influito negativamente sull’ entusiasmo che avevamo suscitato in passato ai nostri sponsor.

Con grande rammarico è stata interrotta la crescita cestistica ROSSO BLU, essendo ancora ad oggi impossibilitati ad allenare i numerosi bimbi del minibasket (circa 150).
Un doveroso e caloroso ringraziamento agli sponsor che hanno creduto e sostenuto al progetto sin dall’ inizio. Un ringraziamento ai giocatori che hanno mostrato interesse e forte legame alla maglia rosso blu,al capitano Monna , guida e faro anche nei momenti più bui.

Un elogio ai due allenatori per l’ impegno profuso ed infine un caloroso ringraziamento alla dirigenza,in particolar modo al DS Luigi Greco e al DG Francesco Lotti ,per la loro tenacia e per aver saputo organizzare ogni evento da grandi professionisti del Basket.

Concludo ringraziando la tifoseria che imperterrita ha plaudito anche nelle sconfitte più deludenti.
Vi saluto con un mio sincero pensiero: Ho creduto e credo in questo progetto sportivo. Sono fiero di esserne stato il promotore ma preannuncio che qualora non dovessimo avere a disposizione la nostra “CASA” entro fine giugno, sarò costretto ad abbandonare il progetto.

Invito tutta la cittadinanza e in particolar modo ai politici locali di riflettere su ciò che accade nel nostro paese,alle numerose opportunità perse e a quelle si potranno perdere. Non dimentichiamo che lo sport è un mezzo di inclusione sociale,condivisione di obiettivi di crescita.