Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

Vandalizzato il centro storico di Carovigno ad opera dei soliti ignoti.

Proprio quello stesso quartiere che solo poche settimane fa era stato simbolo di bellezza con le installazioni di San Valentino, si è risvegliato immerso in scritte nere sui muri e basolato, disegni indecenti e dolorosi. Non solo sono state sporcate le proprietà private ma questo gesto ha creato, soprattutto, una sensazione di disagio in residenti e passanti. “Non è la prima volta che il centro storico della città viene preso d’assalto in questa maniera – spiegano alcuni abitanti – ma forse oggi, nella giornata della festa della donna, fa ancora più male svegliarsi e vedere che tutto il lavoro di bellezza e ricostruzione viene mandato a monte nell’arco di una sola notte.

Sono numerose le segnalazioni e le denunce presentate, nei mesi scorsi, alle forze dell’ordine per accadimenti simili. Gli abitanti hanno continuato a ripulire dopo ogni notte brava e a vivere nel timore e nella paura, alle volte, anche di rientrare a casa. “Noi ci siamo dedicate anima e corpo a far sì che questo luogo fosse bello e accogliente per tutti – continuano i residenti – ma quando succedono eventi come questo, ci sentiamo davvero abbandonati alla mercè di gruppi di ragazzetti che con un solo colpo di spray distruggono non solo la dignità urbana, ma anche tutta la nostra volontà.” Sul posto questa mattina i carabinieri di Carovigno, mentre già gli abitanti si sono rimessi all’opera per coprire, o cercare di coprire, lo scempio.

Un altro episodio simile si è verificato ieri, domenica 7 marzo, a Torre Santa Susanna. “Viva il duce” è la scritta comparsa su un muro della villa comunale, accompagnata da insulti ai comunisti e da altri disegni.

TI RACCOMANDIAMO