Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

Sottoposto agli arresti domiciliari fa entrare in casa una persona non autorizzata e detiene dello stupefacente per uso personale, aggravata la misura cautelare con la sua custodia in carcere.

I Carabinieri della Stazione di Carovigno hanno eseguito un’ordinanza di sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Brindisi nei confronti di C. P., 22enne del luogo. L’aggravamento della misura alla quale era già sottoposto il giovane, è scaturita dalle violazioni degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria poiché, durante un pregresso controllo, i militari hanno riscontrato nella sua abitazione, la presenza di una persona non autorizzata, nonché rinvenuto della sostanza stupefacente destinata all’uso personale. L’arrestato, concluse le formalità di rito, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Brindisi.

TI RACCOMANDIAMO