Sbandieratori “sfrattati” parlano i presidenti dei gruppi storici. Il Video Servizio

I tre gruppi sbandieratori di Carovigno: Nzegna, Rione Castello e Carvinati, non potranno più usufruire dei piazzali degli istituti scolastici per le loro prove. Parlano i presidenti delle associazioni

CONTENUTO SPONSORIZZATO

Non potranno più svolgere la loro regolare attività da oggi primo giugno 2018. I tre gruppi sbandieratori di Carovigno: Nzegna, Rione Castello e Carvinati, non potranno più usufruire dei piazzali degli istituti scolastici per le loro prove.

L’ordinanza emanata dal comune di Carovigno a pochi giorni dal voto, vieta per problemi di disturbo della quiete pubblica, lo svolgimento delle “prove tecniche” per le tre associazioni in vista della prossima estate e delle prossime competizioni nazionali che due dei tre gruppi svolgeranno nei prossimi mesi.

Nel pomeriggio di ieri abbiamo incontrato al nostro microfono i presidenti delle tre associazioni sbandieratori di Carovigno, si tratta di Giovanni Buongiorno presidente del gruppo sbandieratori e battitori Nzegna, Francesco Carparelli presidente del gruppo Rione Castello e Gianni Martino della Compagnia sbandieratori e musici Carvinati

Ecco le loro parole al microfono di Flavio Cellie

Guarda Anche
Scelti Per Te