L’estate 2018 ha visto il ritorno a Torre Guaceto dei campi WWF.

Le attività di volontariato organizzate dalla sede di Brindisi dell’associazione nazionale e coadiuvate dall’ente gestore hanno riguardato sia la Riserva Naturale dello Stato, sia l’Area Marina Protetta con un impegno costante di ciascun attivista nella tutela dell’area.

CONTENUTO SPONSORIZZATO
Nello specifico, maggiorenni provenienti da tutta Italia e riuniti in gruppi, per una settimana a testa, hanno preso parte alle azioni di monitoraggio, sensibilizzazione dei fruitori e pulizia della Riserva, coadiuvando il personale impiegato giornalmente dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto.
Numerose le segnalazioni avanzate all’ente gestore dai ragazzi, che hanno permesso il tempestivo e risolutivo intervento tanto degli operatori addetti, quanto di quelli delle forze dell’Ordine. In un caso si è trattato dell’avvistamento precoce di un focolaio in area agricola, in altri di animali che, erroneamente e correndo numerosi pericoli, si erano allontanati dagli habitat di appartenenza.
Prezioso è stato il contributo offerto dai campisti sul fronte della capillare informazione dei fruitori in tema di comportamenti vietati all’interno dell’area protetta, che ha rafforzato il messaggio di sostenibilità inviato dal Consorzio attraverso la cartellonistica installata nella Riserva.  Ulteriormente gradito, lo sforzo fatto per tenere pulite le spiagge di Torre Guaceto nelle ore nelle quali non era attivo il personale preposto e dispiegato ogni giorno già a partire dall’alba.
“Abbiamo ripreso i campi di volontariato – ha dichiarato il responsabile del WWF Brindisi, Giovanni Ricupero – dopo circa venti anni di assenza. Dall’ultimo campo che abbiamo organizzato, l’oasi è diventata una realtà consolidata, ha raggiunto tanti obbiettivi e tanti altri se ne è prefissati. Quasi 40 persone fra luglio e agosto hanno fattivamente contribuito, spendendo il proprio tempo, il proprio sudore e, soprattutto, il proprio cuore, alle ordinarie e straordinarie attività della Riserva. Sono orgoglioso delle persone che si sono unite a noi, qui, e molto soddisfatto per i risultati raggiunti. Il campo è stata anche un’occasione per stringere nuovi legami di amicizia fra persone semplici e straordinarie allo stesso tempo. Per il lavoro di squadra svolto, mi preme ringraziare il Consorzio di Gestione di Torre Guaceto e tutti gli operatori addetti al monitoraggio, ossia Andrea e i due Piero”.
Amicizia e amore per l’ambiente sono questi i sentimenti suscitati dai campi WWF a Torre Guaceto e queste le emozioni che l’ente gestore spera possano animare tutti i fruitori della Riserva. A Maria Cristina, Claudia, Elena, Giorgio, Lorenza, Nadia, Erminia, Achille, Alessia, Isabel, Camilla, Davide, Emanuele, Federica, Alessia, Janene, Jessica, Lucia, Miriam, Monica, Norberto, Valentina, Valeria, Cecilia, Irene, Lorenzo, Petra, Shakedi, Sofia, Angelo, Veronica, Vincenzo, Maria Teresa, Ilaria, Daniel, Francesca, Livia ed Emanuela, e al WWF Brindisi tutto va, invece, va la gratitudine del Consorzio.
Guarda Anche
Scelti Per Te