Il circolo Legambiente Carovigno chiede un incontro pubblico con l ‘assessore all’ambiente per conoscere la visione politica ambientale, gli obiettivi , le modalità e il perché dell’ aumento della Tari.

Il premio Comuni Ricicloni, assegnato da Legambiente ai Comuni che raggiungono la media percentuale di raccolta differenziata pari o superiore al 65% fissato dalla normativa nazionale, che ha visto premiati ben 113 Comuni Pugliesi e 58 premiati con menzioni speciali, non ha, come sappiamo, il Comune di Carovigno in questo elenco, non avendo inviato I dati relativi all’anno 2018 – Questi i dati del portale (Clicca Qui).

Il picco in basso è del mese di Agosto, ma rispetto all’anno precedente è, comunque in discesa e non da poco. Le politiche ambientali attuate da questa amministrazione ,sono, con questi dati, di fatto bocciate.

Politiche Ambientali?

È una domanda che il Circolo Legambiente Carovigno si fa, in quanto non abbiamo mai letto una programmazione green che possa portare il nostro Comune ad essere,vista la percentuale, un Comune virtuoso e che vede anche in forse la Bandiera Blu.

Ad oggi non ci sono azioni che possano essere foriere di tali obiettivi. Si richiede, pertanto, un incontro pubblico con l ‘assessore all’ambiente per conoscere la visione politica ambientale, gli obiettivi , le modalità e il perché dell ‘aumento della Tari. Legambiente Carovigno, alla luce di questi risultati e di quanto è sotto I nostri occhi, si rammarica di questo, visto le premesse disattese di questa amministrazione.

Mariafilomena Magli, presidente Circolo Legambiente.

TI RACCOMANDIAMO