Duro comunicato di accuse per il tono minore con cui si è svolta la celebrazione della Madonna di Belvedere

Polemizza duramente con l’amministrazione comunale in carica il presidente dei commercianti aderenti all’associazione Fenailp di Carovigno, Sergio Lanzillotti, ma nel contempo dichiara la propria disponibilità a discutere e torna a chiedere un incontro urgente per “placare gli animi” e trovare “una soluzione condivisa”.

Lanzillotti parte dalla delusione che avrebbero manifestato i commercianti per il tono minore in cui si sono svolte le celebrazioni della Madonna di Belvedere, cominciate lunedì di Pasquetta, a causa – dice Lanzillotti – della mancata pianificazione da parte dell’amministrazione comunale”.

“Sono trasecolato dalla inconcludenza di questa amministrazione, ci siamo dimostrati sempre disponibili nei confronti delle istituzioni locali, fungendo da organo consultivo, protocollando proposte in merito alla pianificazione degli eventi, dopo un anno circa dal loro insediamento però abbiamo riscontrato inadeguatezza, impreparazione e arroganza non solo da parte del sindaco ma anche della sua squadra”, è l’accusa.

“La nostra colpa è quella di avere consegnato all’amministrazione un programma a tutela delle realtà commerciali più piccole, sempre più in difficoltà di fronte allo strapotere dei grandi centri commerciali. È inutile che il sindaco continui a tirare in ballo la precedente amministrazione. Il presente: questo interessa ai negozianti di Carovigno. Un presente che sembra lasci sconcertati e delusi i commercianti, i quali promettono di manifestare”.

TI RACCOMANDIAMO