Un evento che i protagonisti non stentano a definire “straordinario”: un branco di delfini avvistato a Torre Guaceto, l’oasi protetta nel Brindisino. Tra gli animali anche un esemplare giovane.

L’eccezionalità dell’evento non riguarda tanto la presenza dei cetacei, che frequentano abitudinariamente le acque protette, quanto l’essere riusciti non solo a vederli, ma anche a fotografare l’incontro. I branchi spesso raggiungono l’oasi per dormire, data la pace e della ricchezza della fauna ittica.

I ricercatori del CoNISMa, il Consorzio nazionale interuniversitario per le Scienze del mare, erano nell’area marina a tutela integrale per un’attività di monitoraggio della Posidonia oceanica. A un tratto alcuni membri del team hanno fatto l’avvistamento: tre delfini ad una distanza relativamente ravvicinata. Gli esemplari appartengono alla specie dei tursiopi, più grandi rispetto ai delfini comuni, ed erano in quello che viene definito “sonno vigile”.

Il branco era sotto costa, a circa 12 metri di profondità e a 50 di distanza dai ricercatori, proprio perché per la fase di riposto, questi cetacei si avvicinano alla terra ferma. Il mare era piatto e loro erano tranquilli. Dopo aver ripreso le forze, i delfini hanno preso a immergersi per nutrirsi davanti agli occhi emozionati dei ricercatori

TI RACCOMANDIAMO