Il sindaco Massimo Lanzilotti comunica alla cittadinanza le misure per combattere il coronavirus.

PER TUTTO IL TERRITORIO DI CAROVIGNO, al fine di contenere la diffusione del virus, sono in vigore le seguenti prescrizioni:

✅ Sono sospese le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali simili, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. Sono sospesi i servizi educativi dell’infanzia che si svolgono in sedi come ludoteche e baby parking che DEVONO restare chiusi

✅ Sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato

✅ E’ sospesa la fruizione del Castello Dentice di Frasso e lo svolgimento delle visite guidate

✅ Sono sospese LE CERIMONIE CIVILI E RELIGIOSE, IVI COMPRESE QUELLE FUNEBRI

✅ Ristoranti e Bar: OBBLIGO a carico del gestore far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione

✅ TUTTI gli altri esercizi commerciali e non, all’aperto e al chiuso, DEVONO garantire l’adozione di misure organizzative tali da consentire l’accesso con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro tra i visitatori

✅ È fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. SIAMO A COMPLETA DISPOSIZIONE PER OGNI INCOMBENZA QUOTIDIANA

✅ Si raccomanda di limitare al massimo gli spostamenti delle persone fisiche ai casi strettamente necessari

✅ Ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) è fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e di limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante.

 

TI RACCOMANDIAMO