Carovigno. Controllo straordinario del territorio, il sindaco: “Controlli già calendarizzati da tempo” e sul contributo alla spesa aggiunge: “Nessuno deve rimanere da solo”.

Elicotteri, droni e forze di polizia per presidiare il territorio di Carovigno che fino ad oggi ha pagato il prezzo più alto in termini di vittime del Covid-19. Da oggi, in osservanza all’effettivo rispetto delle disposizioni impartite dai provevdimenti governativi, 10 pattuglie in aggiunta alla polizia locale e ai carabinieri del posto, effettueranno controlli straordinari a Carovigno.

Per la giornata odierna era stata GIA’ programmata un’attività di controllo in osservanza all’effettivo rispetto delle disposizioni impartite dai provvedimenti governativi – Ha dichiarato il sindaco Massimo LanzilottiCon nota dei giorni scorsi eravamo stati notiziati della presenza di 10 pattuglie sul nostro territorio oltre alla presenza della Polizia Locale e dei Carabinieri di Carovigno.

Ringrazio la Questura di Brindisi, il Comando Provinciale dei Carabinieri e il Comando Provinciale della Guardia di Finanza. Ci sono momenti e ci sono periodi in cui la “politica” e soprattutto i politicanti dovrebbero tacere. Ma a Carovigno NON vale”.

Lanzilotti sui contributi per la spesa ai cittadini ha affermato: “Con Ordinanza della Protezione Civile n. 658 del 29/03/2020 sono stati stanziati € 152.000 per il Comune di Carovigno.  L’accesso a questa misura sarà prioritario per coloro che non hanno ricevuto altri contributi pubblici (esempio REI, RED e Reddito di cittadinanza) con particolare attenzione a quei nuclei familiari seguiti dai Servizi Sociali, a rischio e in stato di bisogno.

L’Assessorato ai Servizi Sociali e gli Uffici sono stati precursori di questa misura in quanto già da 10 giorni sono state raccolte tutte le segnalazioni dei cittadini in stato di bisogno e fino ad oggi sono state raggiunte circa 180 famiglie.

Tutto questo è realtà grazie all’immensa disponibilità dei nostri Sacerdoti, Don Franco, Don Costantino e Don Toni. Tutto questo è realtà grazie alla grande generosità delle attività commerciali di Carovigno, al Consorzio degli Albergatori, alle Imprese del territorio e a tutti quei Cittadini e Aziende che in totale anonimato hanno fatto tantissimo per i nostri Concittadini in difficoltà. Fare la spesa, andare in farmacia, provvedere a necessità primarie non deve rappresentare un problema per i Carovignesi. Nessuno deve sentirsi solo in questo momento di emergenza”.

Carovigno, con circa 17mila abitanti, ha registrato 24 casi di contagi da coronavirus e 6 decessi. Situazione che ha portato diversi esponenti politici a sollevare la questione, accogliendo l’appello delle istituzioni e del sindaco del Comune, Massimo Lanzilotti, che aveva nei giorni scorsi sollecitato più tamponi, ritenendo che in realtà potessero esserci ancora più casi. 

TI RACCOMANDIAMO