Carovigno: deve espiare oltre 12 anni di reclusione per spaccio di stupefacenti, estorsione, danneggiamento e armi.

I reati per i quali ha riportato la condanna sono detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, estorsione in concorso, danneggiamento e porto abusivo di armi.

CONTENUTO SPONSORIZZATO

I Carabinieri della Stazione di Carovigno hanno tratto in arresto R. N., classe 1984 di Taranto, in atto sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali presso una comunità del luogo, in ottemperanza all’ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Lecce. L’arrestato deve espiare la pena di 12 anni, 4 mesi e 14 giorni di reclusione.

I reati per i quali ha riportato la condanna sono detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, estorsione in concorso, danneggiamento e porto abusivo di armi. I fatti sono stati commessi in Taranto nell’arco temporale che va dal 2004 al 2015.

Il 34enne, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.

Guarda Anche
Scelti Per Te