Carovigno: i Carabinieri scoprono che custodiscono 1 Kg e mezzo di stupefacenti, arrestati due nigeriani.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni hanno tratto in stato di arresto in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacente OKO Mathew e CONUOHA Rosemary entrambi 19enni di origine nigeriana.

CONTENUTO SPONSORIZZATO

I fatti sono avvenuti in Carovigno dove a seguito di una segnalazione pervenuta alla Centrale Operativa dell’Arma per via di una lite in famiglia molto animata una pattuglia era stata inviata sul posto. I militari dopo aver bussato alla porta da dove provenivano le urla hanno riscontrato la presenza di un ragazzo di colore che li ha fatti accedere nell’abitazione, dove hanno constatato una donna distesa per terra che si lamentava, sintomo evidente che vi era stata una “lite” tra i due.

I sanitari del 118 allertati, hanno visitato entrambi, alla donna non è stata riscontrata nessuna patologia, mentre all’uomo delle piccole escoriazioni sulla spalla e braccio destro. Dopo essersi sincerati delle condizioni di salute della coppia i militari hanno provveduto ad effettuare una perquisizione a causa di un forte odore di marijuana che hanno percepito. Su un letto a due piazze è stato rinvenuto uno zaino di colore nero e bleu con le cerniere chiuse da due lucchetti. All’invito rivolto di aprire con le chiavi i lucchetti la coppia ha opposto un rifiuto, pertanto si è reso necessario forzarli.

All’interno sono stati rinvenuti due involucri in cellophane di colore nero uno aperto contenente 225 grammi di marijuana e il secondo termosaldato con 1.175 grammi. Nello stesso locale sotto il materasso sono stati rinvenuti altri 2 involucri di ridotte dimensioni del peso rispettivamente di 24 e 25 grammi. Durante le fasi dell’attività l’uomo ha palesato un malore, trasportato con ambulanza presso un ospedale della zona è stato subito dimesso senza prognosi. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria gli arrestati al termine delle formalità di rito sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Guarda Anche
Scelti Per Te