Carovigno: 22enne rumeno denunciato per ricettazione di uno scooter rubato

22enne cittadino rumeno denunciato per ricettazione di uno scooter Yamaha Majesty rubato nel giugno scorso, si schianta contro il muretto spartitraffico all’ingresso di Carovigno. Gli accertamenti hanno riscontrato la positività all’alcol con un tasso pari a 1.14G/L. Denunciato anche per questo reato.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni nella giornata di ieri hanno deferito in stato di libertà un 22enne cittadino rumeno residente in Ostuni, per il reato di ricettazione.

L’uomo nel mentre percorreva la SS 16 a bordo di uno scooter Yamaha Majesty 125, ha impattato contro il muretto spartitraffico all’ingresso di Carovigno. Condotto con autoambulanza del 118 presso l’Ospedale Perrino di Brindisi è stato dimesso con una prognosi di 30 giorni per “fratture chiuse della pelvi, frattura scomposta della cresta iliaca destra, trauma cranico cervicale e trauma toracico”.

Dagli specifici accertamenti sanitari finalizzati ad accertare l’eventuale stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di bevande alcoliche, ovvero di sostanze stupefacenti, è emersa la positività all’alcol con un tasso pari a 1.14 G/L. La patente di guida è stata ritirata. La norma di riferimento per quanto riguarda la guida in stato di ebbrezza è l’art.186 del codice della strada che punisce le condotte di chi guida in stato di ebbrezza alcolica.

Le sanzioni, previste variano a seconda del tasso alcolemico riscontrato, vi sono infatti tre soglie: la prima per valori superiori a 0,5g/l e non superiori a 0,8g/l (grammi/litro) contempla una sanzione di natura amministrativa pecuniaria con la depenalizzazione dell’illecito; la seconda con un tasso alcolemico superiore a 0,8g/l e non superiore a 1,5g/l integra una contravvenzione punita con le pene congiunte dell’ammenda e dell’arresto; la terza con un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l è punita con sanzioni congiunte dell’arresto e dell’ammenda comminate in misura maggiore rispetto alla seconda soglia.

Alle sanzioni più afflittive previste dalla terza soglia si aggiunge la confisca obbligatoria del veicolo – salvo che non appartenga a terzi – e la revoca della patente di guida. Il legislatore ha altresì previsto un aggravamento della pena, nel caso in cui il conducente in stato di ebbrezza provochi un sinistro stradale; ed ancora considerato l’allarme sociale connesso alle condotte che si verificano in orario notturno è stata prevista specifica aggravante che si applica nel caso in cui la guida in stato di ebbrezza venga commessa tra le 22.00 e le ore 07.00.

Guarda Anche
Scelti Per Te