Carovigno: all’interno di un locale pubblico in evidente stato di ebbrezza alcolica aggredisce il proprietario della struttura e i suoi genitori, opponendo resistenza ai Carabinieri intervenuti nella circostanza, arrestato.

I Carabinieri della Stazione di Carovigno hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, un 22enne del luogo. I militari sono intervenuti a seguito di una segnalazione su Corso Umberto I° presso un locale pubblico dove era stato segnalato un giovane, in compagnia dei genitori ed in forte stato di agitazione ed evidente stato di ubriachezza rosso in viso che urlava all’indirizzo dei militari nel frattempo intervenuti.

Dalla ricostruzione della vicenda è emerso che il giovane verso le ore 18.30 all’interno del locale pubblico urlava all’impazzata rivolto ai due genitori presenti, invitandoli ad uscire dal bar, poi rivolgendosi al proprietario con linguaggio scurrile lo ha minacciato di ucciderlo. Su richiesta dei genitori del giovane è giunta l’autoambulanza del 118 con i sanitari che hanno tentato invano di calmarlo ma ha rifiutato qualsiasi terapia e pertanto si sono allontanati.

Il comportamento del giovane è degenerato, spaventando gli astanti anche quando ha lanciato più volte in strada una sedia in plastica posizionata sul marciapiede. Durante le fasi concitate dell’intervento per tentare di calmare il giovane i militari hanno ricevuto spintoni minacce ed aggressioni, uno è ricorso alle cure dei sanitari dell’ospedale di Ostuni per trauma contusivo alla mano sinistra. Il giovane, tratto in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Scelti Per Te
Guarda Anche