Carovigno. attività dei Carabinieri dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Puglia” nella provincia; hanno localizzato e recuperato nelle campagne in contrada Serranova alcuni mezzi agricoli e altro materiale rubato la notte del 5 giugno scorso.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni e della Stazione di Carovigno congiuntamente ai Carabinieri dello Squadrone Eliportato “Cacciatori” di Puglia hanno localizzato e recuperato, in contrada Serranova, alcuni mezzi agricoli oggetto di furto ai danni di una società che si occupa di ristrutturazioni, movimento terra e pulizie.

Per quanto concerne i mezzi asportati, si tratta di due trattori agricoli, un Fiat cabinato modello 80/66 e un New Holland cabinato con pala meccanica e attrezzo pulisci spiaggia retrostante, un autocarro Piaggio Porter con all’interno del cassone un gruppo elettrogeno, un’idropulitrice, 3 martelli pneumatici, un flex, un decespugliatore e una motosega a scoppio. Il tutto è stato recuperato nelle adiacenze di una masseria della contrada Serranova e sottoposto a sequestro per i necessari rilievi.

Di indubbia importanza è l’attività espletata dai Carabinieri Cacciatori, la loro presenza nelle campagne infonde sicurezza negli agricoltori, scoraggiando le attività illecite correlate al mondo rurale. In provincia il particolare reparto sta compiendo un’attività capillare di monitoraggio delle aree impervie e dei casolari offrendo anche fattivo contributo ai reparti territoriali. Nel dicembre scorso, il reparto ha operato l’arresto in agro di Tuturano di un oritano responsabile del furto di un trattore agricolo.

L’uomo per sfuggire alla cattura si era dato alla macchia trovando rifugio in un oliveto ma alla fine era stato scovato e tratto in arresto. I Carabinieri “Cacciatori” in Puglia hanno una storia recente, costituiti il 5 settembre 2018 alla luce della positiva esperienza maturata dagli analoghi reparti in Sardegna, Calabria e Sicilia.

Il loro compito è la prevenzione e repressione dei reati in aree rurali, ma anche battendo le zone più impervie della regione esercitano una capillare azione di controllo con rastrellamenti, posti di blocco, pattugliamenti eliportati, ricerca dei catturandi. Lo Squadrone dei “Cacciatori” può essere impiegato nel contrasto al traffico e la produzione di stupefacente con riferimento alle piantagioni coltivate in aree isolate e nel contrasto dei reati in materia ambientale.

Nella nostra provincia il reparto nel giro di poco tempo ha fatto sentire il suo peso specifico coadiuvando attivamente i reparti stanziali. Attualmente la sua sede all’interno del Distaccamento dell’Aeronautica Militare in contrada “Jacotenente” nella Foresta Umbra, nel territorio di Vico del Gargano (FG), in attesa del completamento delle strutture dedicate all’interno dell’Aeroporto Militare di Amendola(FG).

TI RACCOMANDIAMO