Uno è stato colto da malore mentre faceva il bagno, altri due si sono tuffati in soccorso ma nessuno dei tre è riuscito a tornare a riva.

Si sono vissuti momenti di forte preoccupazione nella mattinata di oggi, giovedì 11 luglio, sulla spiaggia di Camerini, località Santa Sabina, marina di Carovigno, dove tre giovani, due minorenni e un 19enne, hanno rischiato di annegare mentre facevano il bagno.

A causa delle correnti alimentate dal forte vento di maestrale lasciato dalla tempesta che si è abbattuta ieri nel Brindisino, non riuscivano a tornare a riva. Sono stati salvati da un uomo che era insieme a loro e che si è accorto in tempo di quanto stava accadendo.

Si tratta di tre ragazzi ospiti della comunità educativa per minori Jonathan 90 di Buscate (Mi) e chi li ha salvati è uno degli operatori che li assiste. Sul posto un’ambulanza del 118 e i Carabinieri.

Secondo quanto ricostruito, uno dei tre malcapitati, M.F. 17 anni, mentre faceva il bagno sarebbe stato colto da malore dopo essere stato punto forse da una medusa. I due amici, un altro 17enne, A,R, e un 19enne L.T., dalla spiaggia, notando l’amico in difficoltà, alla richiesta di aiuto si sono tuffati in mare per soccorrerlo ma anche loro non sono riusciti a tornare a riva.

A quel punto è intervenuto l’uomo che li accompagnava, il 53enne A.I: ha raggiunto i tre ragazzi a nuoto riuscendo a portarli a riva sani e salvi. Per tutti si è trattato solo di tanta paura.

TI RACCOMANDIAMO