Sugli sviluppi del consiglio comunale di ieri, è intervenuto anche il consigliere comunale della Lega Salvini Puglia Vittorio Zizza, che insieme all’opposizione di centrodestra ha sottoscritto la dichiarazione che segue.

“Ieri, durante un importante consiglio comunale a Carovigno, l’amministrazione ha esercitato un vero e proprio atto di forza fregandosene non solo delle richieste delle opposizioni ma non rispettando la legge. L’esecutivo, presentando il rendiconto comunale, ha l’obbligo di dare ai consiglieri comunali 20 giorni per esaminarne i contenuti.

La mozione condivisibile del M5S, che è stata sostenuta dal centrodestra, chiedeva solo che fossero rispettati i 20 giorni di tempo per visionare e studiare gli atti del bilancio ma la maggioranza non ci ha ascoltato e noi, per protesta, abbiamo abbandonato l’aula. Siamo una forza di opposizione responsabile che cerca il confronto e il dialogo, il vero ostruzionismo è stato esercitato dal sindaco e dall’esecutivo che si è opposto ad una richiesta legittima.

In ballo ci sono scelte che riguardano il futuro della città e dei carovignesi. Spulceremo pagina per pagina il bilancio comunale per avere un quadro esaustivo della situazione. Questo vuol dire fare politica con responsabilità e serietà ma il sindaco e la sua maggioranza sembrano non saperlo. Sono solo spinti dalla brama di potere”.

TI RACCOMANDIAMO