LSP-CAROVIGNO: Nessuna rappresentanza per il comune di Carovigno, rimasto fuori anche dal Consorzio per il Sistema Integrato del Welfare nell’ambito territoriale e sociale.

Con l’elezione del Presidente del Consorzio per il Sistema Integrato del Welfare dell’ambito territoriale e sociale, che raggruppa i comuni di Francavilla, Oria, Carovigno, San Michele Salentino, Villa Castelli e Ceglie Messapica, abbiamo avuto, se ancora ce ne fosse stato bisogno, l’ennesima dimostrazione della inadeguatezza del Sindaco e della Giunta Comunale e della mancanza di riferimenti politici fuori dal perimetro territoriale carovignese.

Infatti, il comune di Carovigno, rappresentato dal sindaco Massimo Lanzillotti, è rimasto fuori anche dal Consiglio di Amministrazione, nel quale invece sono rientrati il comune di Villa Castelli, a cui è andata la vicepresidenza e il Comune di San Michele Salentino che ha avuto un componente nel consiglio di amministrazione. Carovigno fuori dai giochi anche questa volta. Nessuno che rappresenterà o difenderà il nostro territorio. Come sono lontani quei tempi in cui Carovigno aveva la propria rappresentanza all’interno di Istituzioni regionali e nazionali e poteva godere della giusta visibilità e tutela del suo territorio.

Continuano i disastri a scapito dei cittadini da parte del comune di Carovigno, il quale si è preoccupato di aumentare senza un criterio per poi riabbassare i costi delle mense scolastiche e degli scuola bus, provocando disagi e disastri al personale scolastico e alle famiglie carovignesi. È giunta l’ora di dire basta alla vostra cattiva amministrazione. Dovreste prendere atto della vostra inefficienza ed incapacità politica ed amministrativa. I carovignesi ringrazieranno.

Avv. Sandra Di Monte – Coordinatore Cittadino Carovigno Lega Salvini Premier

TI RACCOMANDIAMO