Calcio, un buon Carovigno incassa una sconfitta ad Ostuni. Finale 2-0

Pubblicità ElettoraleBanner_Elettorale_300x250_Lanzilotti

Una buona gara per gli uomini di mister Vignola che soffrono la rete di Petruzzella al primo minuto di gioco. Obiettivo principale la “salvezza”.

In una gara costellata da tanti infortuni, l’Ostuni batte il Carovigno, conquista la sua sesta vittoria consecutiva e continua la corsa al secondo posto ad un punto dalla capolista Brindisi proprio alla vigilia dell’atteso derby in programma domenica prossima sul manto erboso del Fanuzzi. Prima della gara il ricordo di Domenico Epifani, il tifoso ostunese scomparso in un tragico incidente stradale quindici anni fa, a cui è stata intitolata la curva dei tifosi della Città Bianca.

Rivedi qui il match

Dopo 60’’ l’Ostuni passa in vantaggio. Gomes pesca al limite dell’area Gennari che verticalizza per Petruzzella bravo a superare con la punta del piede Laghezza in uscita. Padroni di casa in vantaggio, ma costretti a rinunciare proprio al bomber Petruzzella che rimedia un infortunio muscolare proprio nell’azione del gol ed al 14’ è costretto a lasciare il campo.

Al 10’ Colluto su punizione mette i brividi a Laghezza che si oppone con il corpo alla sfera che schizza proprio davanti alla linea di porta. Al 13’ la prima occasione per gli ospiti con Diagnè che colpisce al volo ma trova la parata di Loscalzo. Al 25’ mister Ciraci è costretto a rinunciare anche a De Fazio fermato da un problema muscolare. Al 33’ il portiere ostunese è bravo a deviare in angolo un calcio di punizione velenoso di Triarico. Al 36’ anche mister Vignola deve fronteggiare l’infortunio di Tony Lanzillotti sostituito da Boscaini. Al 43’ è ancora Laghezza a negare il gol a Colluto che ci aveva provato con il solito calcio di punizione velenoso. Al 46’ Carovigno vicinissimo al pari con una deviazione in area di Diagnè che si stampa sul palo della porta ostunese.

Nella ripresa al 9’ Gennari trova lo spazio per la conclusione deviata dall’intervento di un difensore ospite. Al 12’ Boscaini si trova tutto solo a due passi dalla porta, ma l’attaccante rossoblu manda incredibilmente a lato. Al 13’ mister Ciraci perde anche Colluto, sempre per un problema muscolare. Il reparto offensivo resta sulle spalle di Gennari che da solo riesce a tenere in apprensione la difesa ospite. Al 24’ il numero 10 ostunese ci prova con un diagonale intercettato dal portiere ospite. Al 32’ Loparco salva sulla linea dopo che Gennari aveva superato Laghezza. Al 36’ Parisi con la porta spalancata manda incredibilmente a lato. Il Carovigno è alle corde ed al 43’ subisce il raddoppio dei padroni di casa. Gennari imbecca Misuraca che di testa impegna Laghezza, sulla respinta si avventa Danese che conferma le doti di difensore-goleador e chiude la gara.

Ostuni 1945: Loscalzo, De Fazio (25’ p.t. Regnani), Cavallo, Pace, Misuraca, Danese, Gomes, Sanna (34’ s.t. Scarongella) , Petruzzella (14’ p.t. Parisi), Gennari, Colluto (13’ s.t. Narracci). A disp.: Magazzino, Iaia, Miccoli. All. Ciraci.

Carovigno: Laghezza, Diagnè, Camposeo, Loparco, Carruezzo, Patimo, Giaquinto, P. Lanzillotti (34’ s.t. De Simone), T. Lanzillotti (36’ p.t. Boscaini), Triarico, Tedesco (1’ s.t. Morleo). A disp.: Baccaro, Larucci, Moretti, G. Lanzillotti. All. Vignola.

Arbitro: Sciolti di Lecce.

Marcatori: 1’ p.t. Petruzzella, 43’ s.t. Danese.

Note: Giornata piovosa, terreno di gioco pesante. Spettatori circa 500 di cui 100 provenienti da Carovigno. Ammoniti Misuraca, Parisi, Cavallo, Patimo. Angoli 6-4 per l’Ostuni.

Guarda Anche