Partita Maglie-Carovigno sospesa per una invasione di campo

L’episodio è avvenuto nel secondo tempo, costringendo il direttore di gara a sospendere l’incontro al 36’ della ripresa, tra le proteste del pubblico locale.

Pubblicità ElettoraleBanner_Elettorale_300x250_Lanzilotti

I carabinieri della stazione di Maglie stanno cercando di identificare, per l’applicazione delle sanzioni previste dalle legge 41/2007 (Daspo), i tre ultras del Toma Maglie che hanno fatto irruzione ieri sul campo di gioco durante l’incontro tra la squadra di casa e l’Us Carovigno. L’episodio è avvenuto nel secondo tempo, costringendo il direttore di gara a sospendere l’incontro al 36’ della ripresa, tra le proteste del pubblico locale.

I tre tifosi, che subito dopo il fatto sono tornati sugli spalti, per poi dileguarsi, si erano introdotti sul campo di gioco dopo uno screzio a distanza con un calciatore del Carovigno. Il passaggio sulla pista di atletica leggera, e poi sul rettangolo di gioco è stato propiziato da una porta della recinzione lasciata aperta.

I tre hanno inveito contro la squadra ospite e contro l’arbitro, poi sono fuggiti per non farsi intercettare di carabinieri in servizio d’ordine pubblico. Da qui la decisione di sospendere l’incontro. Per fortuna, il fatto non è stato seguito da incidenti né all’interno, né all’esterno dello stadio.

Guarda Anche
Scelti Per Te