Partita difficile da commentare quella di domenica al Pala “Fernando Prima”, gara largamente dominata dalla formazione carovignese che gestisce il match per 38 minuti salvo poi cedere nel finale.

La partenza è di quelle sprint, gli uomini di coach Grasso imprimono un ritmo che annichilisce gli avversari, sfruttando i canestri del bomber Angelo De Leonardis il Carovigno prende il largo e dopo pochi minuti il tabellone luminoso segna 26 a 11 per i rossoblù.
Sembra la gara perfetta, sembra che la forte compagine massafrese nulla può contro i padroni di casa che iniziano a bombardare dalla lunga distanza con le triple in seguito di Zito e Tamborrino.

Coach Paolucci le prova tutte, prova a cambiare difesa, prova a cambiare tutti i giocatori del suo roster senza ottenere grossi risultati. A fine secondo quarto il primo episodio sfavorevole, espulsione di Angelo De Leonardis (sin lì miglior giocatore in campo con 16 punti in 14 minuti di gioco) per somma di antisportivo + tecnico, episodio che stravolge la gara e che sicuramente andrebbe rivisto dalla coppia arbitrale. Nonostante tutto, il Carovigno non demorde ed entrati dallo spogliatoio ricomincia a macinare il proprio gioco, tenendo a bada il rientro degli ospiti che si portano sul – 8, punteggio 61 a 53.

Ad inizio quarto periodo il nuovo break dei padroni di casa che trascinati dalla grinta del proprio capitano Piero Monna si riportano sul + 14, punteggio di 71 a 57 a 9 minuti dal termine.
Coach Paolucci riprova a mescolare le carte e a tenere a galla una partita che sembrava oramai decisa, purtroppo per il Carovigno ci riuscirà. Complice l’uscita dal campo del play Ivano De Leonardis per 5 falli di cui l’ultimo davvero dubbio, Massafra passa dal 77 a 65 al 77 a 71 con due triple consecutive di Mansueto, il Carovigno perde la testa e per gli ospiti l’impresa diventa realtà. A pareggiare la gara sarà Delle Noci dall’angolo che fissa il punteggio sul 77 pari, coach Grasso chiama timeout ma i ragazzi non rispondono e subiscono l’ennesimo tiro da 3 da Semeraro, 77 a 80.

In 3 minuti è successo l’imprevedibile, da + 12 a – 3 con 5 triple subite, davvero troppo. Felice Tamborrino reagisce d’orgoglio e piazza la tripla del pari, 80 a 80. Ma in difesa il Carovigno pecca ancora e subiamo nuovamente la tripla che fissa il punteggio su 83 a 80 per Massafra che si limiterà a gestire e a vincere per 81 a 87 una gara che lascia davvero l’amaro in bocca.

Una partita dominata dal primo minuto per 38 minuti e persa negli ultimi due, purtroppo nella pallacanestro succede anche questo, complimenti al Massafra per averci sempre creduto, ma sicuramente la Brio Service ha capito che il suo limite in questa categoria può essere solo se stessa.

Alla ripresa degli allenamenti testa già alla trasferta di Putignano, la Brio Service non può più sbagliare, ora tocca rispondere. Forza Carovigno.

Qui il servizio post gara

Rivedi qui il match in on demand

Tabellini: De Leonardis A. 16, De Leonardis I. 8, Travaglini 3, Zito 11, Turchiarulo 2, Tamborrino 12, Specchia 6, Monna 17, Dipietrangelo 6, Giaffreda.

TI RACCOMANDIAMO