Una partita dalle due facce quella di sabato a Putignano per i ragazzi di coach Grasso.

Primi due quarti da maestri, ottima conduzione della partita, ottimo inizio e subito grande vantaggio per la Brio Service che chiude il primo quarto sul punteggio di 20 a 9.

L’inizio del secondo quarto è ancora più travolgente, la squadra del presidente Giuseppe Greco ha voglia di riscatto e inizia a dominare gli avversari che nulla possono contro una corazzata del genere, tutto sembra filare liscio e al’intervallo si tocca il massimo vantaggio, 49 a 24 per i rossoblù.

Il terzo quarto inizia bene, con Putignano che prova a pressare e con la Brio Service che cerca di controllare la gara, ma all’improvviso l’espulsione del nostro play Ivano De Leonardis cambia l’inerzia di una partita che sembrava essere chiusa. Il Putignano comincia a crederci e inizia a ridurre il gap trascinato dal faro Moschettini. Il Carovigno è in panne, vede i fantasmi di Domenica scorsa contro Massafra e non riesce quasi mai ad organizzare un’azione offensiva degna dei primi due quarti di gioco.

Il quarto periodo Putignano realizza l’impresa, a pochi secondi dal termine una penetrazione con fallo subito e gioco da tre punti di Lorusso porta la squadra di casa a pareggiare la gara a 3 secondi dal termine. Altro suicidio rossoblù che per 39 minuti aveva condotto la gara senza troppi problemi. Capitan Piero Monna riceve dalla rimessa e il tiro in penetrazione viene sputato dal ferro, si va ai supplementari.

L’inerzia della gara sembra essere tutta per i padroni di casa, il Carovigno perde per 5 falli Tamborrino, Specchia e Angelo De Leonardis e coach Grasso è costretto a rimescolare le carte. Nonostante le assenze i ragazzi reagiscono e trascinati dal proprio capitano (vero gladiatore degli ultimi minuti) riportano la gara al secondo tempo supplementare. Qui l’esperienza di Travaglini e Monna fa la differenza, a 2 minuti dal termine una tripla di Zito ci da la carica (+2), ma prontamente Putignano risponde e con un mini-break di 4 a 0 e ci affossa sul punteggio di 87 a 86 con palla ai padroni di casa.

Sembra finita, ma gli Dei del basket esistono e in difesa Zito riesce a sporcare una palla, Giaffreda (appena entrato) perfeziona il recupero e serve il capitano che in contropiede realizza contro due avversari il canestro della vittoria, si proprio lui che aveva sbagliato il canestro più importante del match si riprende e segna quello decisivo, IMMENSO.

Putignano prova a prendere l’ultimo tiro ma fortunatamente si spegne sul ferro. Vittoria sofferta, vittoria sudata ma vittoria meritata per la compagine rossoblù. Ancora una volta dimostriamo grossi limiti nel gestire la gara e sprechiamo nuovamente un vantaggio enorme, ma i ragazzi ci hanno messo il cuore e non si sono mai arresi ai colpi della ben organizzata Dinamo Putignano.

In questi giorni testa per preparare al meglio la gara contro Noicattaro, che ospiteremo Domenica 2 Dicembre al Pala “F.Prima” di Carovigno, consapevoli che bisogna lavorare sodo per gestire al meglio le partite. Forza Carovigno!

Tabellini: Zito 10, De Leonardis I. 6, Turchiarulo 9, De Leonardis A. 18, Travaglini 8, Giaffreda, Tamborrino 7, Specchia 5, Monna 23, Marra 2.

Uff. Stampa ASD Carovigno Basket

TI RACCOMANDIAMO