Termina in pareggio il derby tra il Carovigno e l’Ostuni Calcio. Alla doppietta iniziale di Tidiane rispondono Francioso e Barnaba.

Nella gara valevole per la ventisettesima giornata di Promozione girone B si contendono un punto ciascuno le due compagini brindisine.
Inizio ottimo dei padroni di casa che mettono subito in difficoltà l’Ostuni. Al 20’ si sblocca il risultato grazie alla rete di Tidiane (l’ex della giornata) che con un ottimo tiro supera l’estremo difensore Comes e porta i padroni di casa in vantaggio. Continua il Carovigno ad avere la meglio sul campo grazie anche alle belle giocate dell’ex Greco.

Sulle ali dell’entusiasmo al 39’ arriva il raddoppio dei padroni di casa, sempre con lo stesso Tidiane che anticipa una maldestra uscita di Comes e di testa insacca il momentaneo 2-0 e la sua personale doppietta.

Nel primo minuto di recupero del primo tempo è il giovane attaccante gialloblù Francioso ad accorciare le distanze segnando il 2-1. Termina così la prima frazione del match, sul risultato di 2-1. L’avvio del secondo tempo è targato sempre più Ostuni che insiste per trovare la via del pareggio. Nel miglior periodo gialloblù pero è il Carovigno a rendersi pericoloso con Diagnè che di testa colpisce il palo.

Successivamente è ottima la parata dell’ex Comes che neutralizza la conclusione di Greco. Dopo pochi minuti l’Ostuni perde il suo difensore Misuraca che è costretto ad allontanarsi dal campo dopo aver subito l’espulsione. Il Carovigno non approfitta della superiorità numerica e va in difficoltà dinnanzi agli attacchi insistenti del neo entrato Barnaba e di Miccoli. Morleo ristabilisce la parità numerica in campo, il difensore subisce il doppio giallo ed è costretto ad abbandonare la gara.

A pochi minuti dalla fine arriva l’errore del Carovigno che commette fallo all’interno della sua area di rigore, regalando così il penalty ai gialloblù.
Sul dischetto si presenta Barnaba che non si fa ipnotizzare da Contestabile e segna il definitivo 2-2.

Nelle ultime battute della gara, un’uscita maldestra di Contestabile atterra un giocatore dell’Ostuni, per l’arbitro Natilla di Molfetta non ci sono dubbi e assegna il secondo calcio di rigore del match. Sul dischetto si ripresenta Barnaba che però in questa circostanza si fa ipnotizzare dall’estremo difensore di casa e sbaglia il rigore decisivo.

Termina 2-2 il derby brindisino, con un punto utile all’Ostuni per la matematica salvezza ed un punto inutile per i padroni di casa che scendono all’ultima posizione in classifica dopo le vittorie di Tricase, Lizzano e del Salento Football.

TI RACCOMANDIAMO