Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

Salvatore Ancora vota le delibere di bilancio e salva l’amministrazione Lanzilotti. Richiesto l’azzeramento della giunta e le dimissioni del sindaco prima delle prossime elezioni.

All’apertura dei lavori il sindaco di Carovigno Massimo Lanzilotti apre e richiede l’appoggio del Movimento Cinque Stelle, la richiesta arriva direttamente dal primo cittadino al consigliere Salvatore Ancora. Il sindaco nel suo intervento ha dichiarato: “Consigliere Ancora, nelle ultime ore non ci sono state interlocuzioni tra le forze politiche di maggioranza e il movimento cinque stelle prima della del consiglio comunale odierno, ma che l’incontro c’è stato alla luce del sole nella sua stanza per parlare del bilancio nei giorni precedenti la seduta dello scorso novembre 2020”.

Subito dopo il sindaco prende la parola il consigliere Salvatore Ancora che per senso di responsabilità dichiara di votare il bilancio e dunque far proseguire l’attività amministrativa del sindaco Massimo Lanzilotti, almeno in quest’occasione. “Non passando il bilancio oggi ci potrebbero essere danni importatati dalla comunità, dai servizio sociali ai lavori pubblici – dichiara Ancora.

Il consigliere del Movimento 5 Stelle ha chiesto una giunta di salute pubblica che potesse traghettare il Comune di Carovigno fino alle prossime elezioni, richiesta fatta alle forze di opposizione che oggi ricordiamo è composta da 9 consiglieri, mentre nella maggioranza oggi siedono 8 consiglieri. La richiesta non è stata accettata da nessuna forza di opposizione, dei nove consiglieri di opposizione voterà a favore il consigliere Ancora.

Non sto salvando la maggioranza, ma sto mettendo in salvo la comunità di Carovigno – ha dichiarato Ancora in consiglio – con orgoglio lo faccio oggi anche dopo aver condiviso questa decisione con il mio gruppo del quale sono orgoglioso. Sindaco adesso mi auguro che lei adesso rimetta in discussione tutto dalla giunta, alla maggioranza, mi attendo l’azzeramento della giunta e la formazione di una giunta tecnica fino alla fine dell’emergenza sanitaria e fino a prossime elezioni”.

 

TI RACCOMANDIAMO